€ 15.20€ 16.00
    Risparmi: € 0.80 (5%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Quantità:

Disponibile in altre edizioni:

Il giorno della civetta
€ 9.50 € 10.00
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Il giorno della civetta

Il giorno della civetta

di Leonardo Sciascia


  • Editore: Adelphi
  • Collana: Fabula
  • Edizione: 14
  • Data di Pubblicazione: febbraio 1993
  • EAN: 9788845909573
  • ISBN: 8845909573
  • Pagine: 138
Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

I libri più venduti di Leonardo Sciascia

Tutti i libri di Leonardo Sciascia

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Il giorno della civetta acquistano anche Gli zii di Sicilia di Leonardo Sciascia € 17.10
Il giorno della civetta
aggiungi
Gli zii di Sicilia
aggiungi
€ 32.30

Voto medio del prodotto:  4 (4.1 di 5 su 33 recensioni)

5Purtroppo ancora attuale, 06-04-2015, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
"Il giorno della civetta" è tratto da un fatto reale accaduto a Sciacca nel gennaio del 1947. Qui Cosa Nostra uccise il sindacalista comunista Accursio Miraglia, mentre nel libro ad essere ucciso è Salvatore Colasberna, presidente di un'impresa edilizia. Le indagini vengono affidate al capitano Bellodi, che è di Parma e che non comprende e non accetta l'omertà che c'è nel sud. Dal libro è stato tratto anche l'omonimo bellissimo film di Damiano Damiani, in cui recitarono Franco Nero (che interpreta il capitano Bellodi) e Claudia Cardinale (Rosa Nicolosi). Ancora oggi, rileggendolo, dimostra la sua attualità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Il giorno della civetta, 14-07-2014, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Colasberna, il presidente di una piccola cooperativa edilizia, viene assassinato. L'indagine viene affidata al capitano dei carabinieri Bellodi, emiliano ed ex partigiano. Poco dopo viene ucciso anche un contadino, Nicolosi, il quale ha visto fuggire uno dei killer di Colasberna. La medesima fine spetta a Parinieddu, un informatore dei carabinieri. Grazie alle poche informazioni date dalla vedova di Nicolosi, Bellodi riconosce Diego Marchica, un pregiudicato, come esecutore dell'omicidio. Tramite un biglietto lasciato da Parinieddu, Bellodi viene a conoscenza dei nomi dei due mandati dell'omicidio: Don Mariano Arena e il " Pizzuco", i due capi mafiosi dai quali Colasberna non aveva voluto protezione. Grazie ai lunghi interrogatori ai quali Marchica e i due capi mafiosi sono sottoposti, cominciano a trapelare informazioni importanti, e quando il caso raggiunge simili proporzioni divente evidente che un uomo solo, come Bellodi, non può più permettersi di fronteggiare una così grande organizzazione. Il capitano è mandato in licenza per malattia e ritorna al nord, da dove apprende che tutto il suo lungo e faticoso lavoro non è servito a nulla, poiché tutte le colpe vengono date alla vedova Nicolosi, che si ritrova accusata di omicidio assieme al suo amante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Il giorno della civetta: commento, 25-05-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Gia dal titolo, che mostra una contrapposizione si può capire di cio che parla il libro. Uno scontro contro la mafia, in sicilia, dove avviene un omicidio in piazza su un autobus. La storia si fa sempre intrigante.
Sciascia ha scitto il libro con molti termini e nomi propri siciliani.
La comprensione del libro avverrà in modo un po' lento, ma la storia è sempre più interessante.
Andrà letto senza pause di giorni interi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Libro denuncia, 23-05-2012, ritenuta utile da 3 utenti su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Grande romanzo di Sciascia che descrive e denuncia il mondo omertoso della sua Sicilia. La storia ruota intorno ad un omicidio avvenuto ai danni del presidente di una piccola cooperativa edilizia. Le indagini si rivelano subito difficoltose proprio a causa del clima di omertà tipico di quel territorio. Interessante è notare il coraggio di Sciascia che, da siciliano doc, non tende a nascondere questo "cancro", ma a portarlo alla luce anche se questo vuol dire "marchiare" la sua gente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Piacevole, 07-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Lo lessi durante gli anni del liceo e devo dire che ne conservo ancora un ricordo non proprio positivo. Eppure il testo fin da subito mi rivelò uno scrittore capace, quanto mai attuale e molto profondo. Spero di poterne apprezzare la famosa grandiosità magari rileggendolo prossimamente. Vediamo cosa viene fuori.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Il giorno della civetta (33)


Gli altri utenti hanno acquistato anche...

Ultimi prodotti visti