€ 12.35€ 13.00
    Risparmi: € 0.65 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 4/5 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Se niente importa. Perché mangiamo gli animali?
€ 17.10 € 18.00
Normalmente disponibile in 7/8 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Se niente importa. Perché mangiamo gli animali?

Se niente importa. Perché mangiamo gli animali?

di Jonathan Safran Foer


  • Editore: Guanda
  • Collana: Tascabili Guanda. Saggi
  • Traduttore: Piccinini I. A.
  • Data di Pubblicazione: giugno 2016
  • EAN: 9788823514249
  • ISBN: 882351424X
  • Pagine: 363
  • Formato: brossura
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

Jonathan Safran Foer, da piccolo, trascorreva il sabato e la domenica con sua nonna. Quando arrivava, lei lo sollevava per aria stringendolo in un forte abbraccio, e lo stesso faceva quando andava via. Ma non era solo affetto, il suo: dietro c'era la preoccupazione costante di sapere che il nipote avesse mangiato a sufficienza. La preoccupazione di chi è quasi morto di fame durante la guerra, ma è stato capace di rifiutare della carne di maiale che l'avrebbe tenuto in vita, perché non era cibo kosher, perché "se niente importa, non c'è niente da salvare". Il cibo per lei non è solo cibo, è "terrore, dignità, gratitudine, vendetta, gioia, umiliazione, religione, storia e, ovviamente, amore". Una volta diventato padre, Foer ripensa a questo insegnamento e inizia a interrogarsi su cosa sia la carne, perché nutrire suo figlio non è come nutrire se stesso, è più importante. Questo libro è il frutto di un'indagine durata quasi tre anni che l'ha portato negli allevamenti intensivi, visitati anche nel cuore della notte, che l'ha spinto a raccontare le violenze sugli animali e i venefici trattamenti a base di farmaci che devono subire, a descrivere come vengono uccisi per diventare il nostro cibo quotidiano.

I libri più venduti di Jonathan Safran Foer

Tutti i libri di Jonathan Safran Foer

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Se niente importa. Perché mangiamo gli animali? acquistano anche Giorgia. Gocce di vita di David De Filippi € 11.40
Se niente importa. Perché mangiamo gli animali?
aggiungi
Giorgia. Gocce di vita
aggiungi
€ 23.75

Voto medio del prodotto:  4 (4.4 di 5 su 25 recensioni)

5Sicuramente da leggere, 29-09-2012, ritenuta utile da 17 utenti su 18
di - leggi tutte le sue recensioni
Caspiterina.
Che libro.
Mi ha profondamente commossa, non avevo mai letto nulla di Foer ma con questo libro mi ha assolutamente coquistata.
Un libro che secondo me tutti dovrebbero leggere, una lucida ed oggettiva indagine su quante sofferenze (inutili, gratuite ed orrende) i nostri "fratelli" animali subiscono per poi arrivare dritti dritti sulle nostre belle tavole imbardate.
Non nascondo che mi ha fatto piangere un bel pò.
Un libro forte e che non scorderò mai.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Perchè il pollo non è una gallina, 31-08-2011, ritenuta utile da 6 utenti su 6
di - leggi tutte le sue recensioni
Quando si parla di frutta si controlla sempre la provenienza ma quando si parla di carne chiudiamo gli occhi. Perchè la realtà è ben diversa da tutto quello che si può immaginare. Un libro per aprire gli occhi e capire cosa mangiamo, cosa alimentiamo e cosa produciamo. Per un'alimentazione consapevole, vegana vegetariana onnivora che sia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Se niente importa, 07-07-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Un vero e proprio j'accuse control o sfruttamento intensivo degli allevamenti. L'aspetto che sempre (e sempre più) mi sconvolge è che tutto questo (la trasformazione brutale del ciclo di produzione degli alimenti, e della carne in particolare) è l'ennesima dimostrazione di come ormai tutto, ma proprio TUTTO, ruoti intorno al denaro e al profitto: non si muove foglia se dietro non c'è la multinazionale di turno. I criminali che ne sono a capo (e parlo delle multinazionali alimentari, farmaceutiche, dell'auto, dell'industria bellica o energetica, oltre che dei loro complici privilegiati, e cioè banchieri e governanti) decidono delle nostre vite molto più di quanto ciascuno di noi sia in grado di percepire, creando letteralmente bisogni artificiosi e dannosi, fino a pochi decenni fa sconosciuti. Ci siamo ormai convinti di aver bisogno di avere sotto il culo un'automobile anche solo per andare a fare la spesa a due isolati da casa, che non c'è convivialità senza tavole imbandite a dismisura così come ci siamo convinti di poter sconfiggere il tedio o la malinconia comprando pastiglie. Il messaggio è chiaro, tutto si compra. E' il trionfo del capitalismo, della logica del profitto in una misura che nemmeno Marx avrebbe potuto prevedere. L'esito che Steinbeck aveva intravisto più di settant'anni fa e dipinto con tragico fatalismo in quel romanzo meraviglioso che è "Furore" si è compiuto nel modo peggiore.

Ma se è vero che il confine tra colpa e dolo sta nella consapevolezza, credo siano davvero pochi quelli che oggi, grazie a questo libro e a tutti quelli che l'hanno preceduto e che spero lo seguiranno, possano continuare ad addentare con gusto una bistecca senza sentirsi almeno un po' complici. Chi è senza peccato sì, certo. Ma voglio continuare a pensare che tra peccato e perseveranza ci sia ancora una differenza.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Interroghiamoci su cosa mangiamo, 12-05-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Viene riportata con oggettività e ricchezza di particolari la realtà degli allevamenti intensivi, che proprio per esigenze letterarie, l'autore ha scelto di visitare personalmente. Al di là dell'aspetto etico, dopo aver letto il libro è impossibile non soffermarsi a riflettere su cosa arriva sulle nostre tavole e rivedere alcune scelte alimentari. Secondo me, un libro che colpisce tutti, vegetariani e non, lo consiglio caldamente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Se niente importa, 07-04-2011, ritenuta utile da 4 utenti su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Autore molto esigente con i suoi lettori. Un volume importante, a prescindere dalle proprie scelte alimentari. Un saggio ben equilibrato che, nonostante lo schieramento dell'autore, offre anche punti di vista "contro", e proprio per questo sviluppa molteplici spunti di riflessione.
Se ne può riconoscere l'utopia, come si può stabilire che il problema del mangiare carne che è frutto di metodi violenti e inquinanti infondo è solo una piccola parte di quella che è l'aberrazione dell'essere "umano".
Cio' nonostante, da qualche parte bisogna cominciare a prendere coscienza. Dopo 2000 anni sappiamo che le nostre azioni non sono mai prive di conseguenze - al nostro silenzio di fronte a certi temi non ci sono più scuse.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Se niente importa. Perché mangiamo gli animali? (25)


Ultimi prodotti visti