€ 15.51€ 16.50
    Risparmi: € 0.99 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Patrimonio. Una storia vera
€ 11.00 € 10.34
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Patrimonio. Una storia vera

Patrimonio. Una storia vera

di Philip Roth


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Supercoralli
  • Traduttore: Mantovani V.
  • Data di Pubblicazione: novembre 2007
  • EAN: 9788806190804
  • ISBN: 8806190806
  • Pagine: 187
  • Formato: rilegato
Il libro, come recita il sottotitolo, è una storia vera. Protagonista è Hermann Roth, il padre di Philip. Hermann è un vedovo di ottantasei anni, agente di assicurazioni in pensione, conosciuto un tempo per il suo genio, la sua forza e il suo fascino, che ora lotta contro un tumore al cervello. Colmo di amore e attenzioni, di ansia e terrore, Philip accompagna il padre in ogni momento di questa enorme esperienza, lungo il calvario di una dilatata agonia. Il figlio condivide l'umore e le miserie che il malato è costretto a subire: consulti medici, l'orrore del decadimento fisico, l'attesa inumana della separazione finale. Gli episodi memorabili si accumulano: il figlio che paragona la fredda tomografia del padre al calore della propria biografia; il confronto del suo lascito patrimoniale con quello di un taxista psicopatico; ma anche il concerto di musica da camera suonato dagli amici per Hermann; o Philip che telefona a Joanna, una compagna d'università, per calmare le proprie angosce.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Patrimonio. Una storia vera acquistano anche Mishima o La visione del vuoto di Marguerite Yourcenar € 8.46
Patrimonio. Una storia vera
aggiungi
Mishima o La visione del vuoto
aggiungi
€ 23.97

I libri più venduti di Philip Roth:


Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 1 recensione)

3.0Patrimonio, 22-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Con questo libro Roth ci fa entrare nella sua vita, nella vicenda assolutamente intima e privata del declino del padre. Abbandonando, ma non del tutto, la sua tagliente ironia Roth si lascia qui andare a riflessioni personali e familiari, tirando le fila della sua vita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO