€ 5.90
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Disponibile in altre edizioni:

Il giocatore
€ 9.50 € 8.55
Disponibilità immediata
Il giocatore
€ 9.00 € 8.46
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Il giocatore

Il giocatore

di Fëdor Dostoevskij


Prodotto momentaneamente non disponibile

Trama del libro

La passione febbrile per il gioco distrugge gli animi e aliena le menti in questo inferno chiuso e allucinato che riflette la dipendenza dello stesso Dostoevskij dal demone della roulette. Carico di tensione dalla prima all'ultima riga, rigoroso e implacabile nell'analisi psicologica dei posseduti, questo racconto lungo rimane uno dei testi più rappresentativi della letteratura maledetta.

Tutti i libri di Fëdor Dostoevskij

Voto medio del prodotto:  4.0 (3.9 di 5 su 24 recensioni)

4.0Consigliato, 28-01-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Come tutto d'un fiato è stato scritto, così si fa leggere.
Un'opera semplice, rispetto ad altri capolavori dell'autore, anche a livello di mole. Ma non mancano i tratti distintivi di Dostoevskij: la descrizione dei personaggi, le loro lotte interne tra ateismo e fede, morale e animalità. Il giocatore raccoglie in sé riferimenti autobiografici sull'autore e su una sua fiamma, sul vizio del gioco e la facile resa alla passionalità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Stupendo, 28-07-2016
di - leggi tutte le sue recensioni
Ottima introduzione sulla vita di Dostoevskij che va a far capire meglio l'autore e di conseguenza il libro. "Il giocatore" è una storia molto bella che ci fa capire quanto sia pericoloso, anche nella realtà attuale, il gioco d'azzardo (nonostante il libro sia stato scritto nel 1866). Scrittura leggera, non stufa per niente e molti capitoli corti. Adatto e consigliato a tutti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Stupendo, 26-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Un grande romanzo che rivela la profondità di Dostoevskij. Sebbene la storia sia ambientata nel 1867 le situazioni e le emozioni possono benissimo calarsi nella realtà attuale. L'autore descrive perfettamente come il gioco diventi per le persone una malattia, un riscatto dalla vita che difficilmente si concretizza proprio per gli alti e bassi della fortuna. La figura della nonna è al tempo stesso esilarante nei modi ma profondamente amara quando diventa essa stessa schiava del gioco. Da leggere per riflettere sui pericoli dei rischi del gioco.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Giocatore, 28-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo dettato in contemporanea alla scrittura di Delitto e Castigo, per risollevarsi dai debiti di gioco. Data l'esperienza sul campo l'autore ha saputo descrivere molto bene le varie tipologie di giocatori e tutto ciò che avviene nel microcosmo che si forma attorno a loro nelle case da gioco. I personaggi sono ben delineati, anche se preferisco altri suoi libri più "completi".
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Emozionante!, 02-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Non si saprà mai con certezza che cosa spinge Alex Ivànovic a stuzzicare la fortuna in una sala da gioco. Puntare l'ultimo fiorino che si ha in tasca con la possibilità di perdere tutto è un'azione che solo un folle può compiere. Alex, grazie alla febbre del gioco, alterna perdite colossali a vittorie altrettanto strabilianti, che lo costringono a rimanere incollato sulla sedia del casino con la speranza di portare a casa cifre esorbitanti. Purtroppo la sua fissazione per la roulette lo costringerà ad allontanarsi dalla società, dagli affetti, dalla cultura. Alex si renderà conto troppo tardi di non riuscire ad allontanarsi dal vortice nel quale è coinvolto. A questo punto l'ennesima vittoria può essere un incentivo per continuare a giocare, ma la sconfitta lo renderà così aggressivo da non permettergli di tirarsi indietro.
Un romanzo davvero avvincente, che tiene spesso con il fiato sospeso. Sembra quasi impossibile che una persona dotata di senno, possa considerare ingenti somme di denaro delle semplici puntate alla roulette. In questo romanzo autobiografico, Dostoevskij descrive con maestria le emozioni che impregnano l'aria di un casino. Davvero un ottimo libro, sebbene non sia uno dei più conosciuti dell'autore.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Il giocatore (24)