€ 5.70€ 6.00
    Risparmi: € 0.30 (5%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Il fu Mattia Pascal
Il fu Mattia Pascal(2016 - brossura)
€ 10.00 € 8.50
Disponibilità immediata
Il fu Mattia Pascal
Il fu Mattia Pascal(2013 - brossura)
€ 8.00 € 7.52
Disponibilità immediata
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Il fu Mattia Pascal

Il fu Mattia Pascal

di Luigi Pirandello


Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Il fu Mattia Pascal acquistano anche Come passeri sperduti. Ennio Trivellin, un sedicenne al lager di Paola Dalli Cani € 11.88
Il fu Mattia Pascal
aggiungi
Come passeri sperduti. Ennio Trivellin, un sedicenne al lager
aggiungi
€ 17.58

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.4 di 5 su 13 recensioni)

3.0Classico, 23-02-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
È un classico libro che si studia alle scuole e poi magari non si riprende più quando si esce si diventa adulti. Io ho ripreso questo libro in cui si coglie la vera essenza di Pirandello. Sinceramente ne ho preferito altri ma resta comunque un piccolo gioiellino.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Fa riflettere, 23-02-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Se tentassimo di scappare dalla nostra vita costruendoci una nuova identità e allontanandoci dall'ipocrisia dei rapporti sociali saremmo davvero liberi? Oppure saremmo meno liberi di prima? Questo libro ci porta a riflettere sulla nostra identità con uno stile semplice, ironico e riflessivo!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Sarà ricordato ancora per molto , 20-02-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
La sbalorditiva freschezza, la semplicità espositiva, la profondità tematica, la schiettezza letteraria di Pirandello. È un miracolo di un romanzo che piace a tutti per un motivo o l'altro. Mattia Pascal non morirà.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0O amore o odio, 30-01-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro davvero sui generis, ricco di colpi di scena, che alterna fasi di vera e propria suspense ad altre maggiormente riflessive e statiche, ma che lasciano comunque intatto il fascino complessivo di un'opera fondamentale per la nostra letteratura.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Esiste la libertà assoluta?, 12-01-2015, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Esiste la libertà assoluta? Secondo Pirandello la risposta è negativa: Mattia Pascal non ha mai trovato la vera libertà, la sua era solo un'illusione, nei fatti viveva una tirannia mascherata da libertà. Come poteva mai sperare in una vera amicizia quando non era libero di rivelare il vero se stesso a nessuno? L'unica vita che gli restava era quella del fantasma di se stesso.
Lo stile di Pirandello è semplice e facile da leggere, e mostra arguzia, ironia e sottile umorismo. Un lettore occasionale si troverà davanti a una storia avvincente e ben congegnata, mentre un lettore più attento non mancherà di cogliere pensieri intriganti, riflessioni sulla vita e alcuni ottimi passaggi. Il romanzo è un piccolo regalo per chi ama i temi esistenziali e i paradossi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un libro da leggere, 07-08-2013, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro eccellente per gli amanti del grande Luigi Pirandello, colpisce come il protagonista sia bloccato nelle convenzioni della sua società, incapace di potersi disfare della sua identità per rivelarsi veramente libero. Una storia scorrevole adatta non solo per approfondire lo studio dell'autore novecentesco ma anche per passare il tempo libero con serenità. Un volume che rivela le convenzioni di un epoca, le trappole sociali e le maschere che ogni individuo è portato a costruirsi. Lo ocnsiglio assolutamente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il fu Mattia Pascal, 30-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Cosa accade se aprendo il giornale scoprite di essere morti? Magari pensate che così potete ridisegnarvi la propria esistenza, come meglio preferite, liberamente potrete fare ciò che vorrete, ma è proprio così? In questo libro Mattia Pascal decide di prendere la palla al balzo e di scappare dalla propria esistenza, cambiare vita, ma scoprirà che essere nessuno, non sempre è una buona cosa.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un volto dal passato, 27-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Romanzo molto avvincente pieno di intrecci e speranze dovute alla "perdita" di identità che porta il protagonista del romanzo a vivere nei panni di una persona che in realtà non esiste più. Alla gioia iniziale dovuta al fatto che la nuova non-identità ha permesso al protagonista di rompere qualsiasi legame col passato e quindi qualsiasi legame con le proprie responsabilità, segue il sentimento di solitudine poichè egli si ritrova in posti sempre diversi e impossibilitato (per la mancanza di generalità) a rifarsi una vita, quella stessa vita dalla quale ha voluto evadere non appena le responsabilità e i problemi quotidiani lo hanno sommerso imprigionandolo in una vita "comune".
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il fu Mattia Pascal, 09-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Il protagonista di questa vicenda è Mattia Pascal. Scappato dal suo paese legge su un giornale della sua morte. In realtà, al suo paese hanno ritrovato un cadavere che gli assomiglia. Sfrutta così l'occasione per vivere una nuova vita, senza nessuna maschera. Ma la nuova vita gli presenta tante difficoltà, a partire dalle cose scontate come la carta d'identità. Ho voluto mettere la mia recensione in questa edizione perchè mi è piaciuta particolarmente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Recensione, 27-07-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Questa edizione di questa conosciutissima composizione di luigi pirandello è molto bella, stampata bene, senza sbavature. Parlo della stampa perchè il libro so che lo conoscete tutti... Molto bello, le frasi sono facilmente comprensibili anche se a tratti contorte, a me per motivi personali non è eccessivamente piaciuto ma valutato oggettivamente è un importante saggio della letteratura italiana!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0chi sono, 16-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro molto bello in cui dietro l'ironia della vicenda si nascondono temi cari all'uomo sin dall'antichità. Il tema dell'Io, della fuga da noi stessi, l'identità persa, tutte questioni serie e importanti e che l'autore riesce a farci riflettere attraverso una lettura piacevole e interessante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il fu Mattia Pascal, 07-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
"Una delle poche cose, anzi forse la sola ch'io sapessi di certo era questa: che mi chiamavo Mattia Pascal. E me ne approfittavo. Ogni qual volta qualcuno de' miei amici o conoscenti dimostrava d'aver perduto il senno fino al punto di venire da me per qualche consiglio o suggerimento, mi stringevo nelle spalle, socchiudevo gli occhi e gli rispondevo:
-Io mi chiamo Mattia Pascal.
-Grazie, caro. Questo lo so.
-E ti par poco?
Non pareva molto, per dir la verità, neanche a me. Ma ignoravo allora che cosa volesse dire il non sapere neppur questo, il non poter più rispondere, cioè, come prima, all'occorrenza:
-Io mi chiamo Mattia Pascal."
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Il fu Mattia Pascal (13)