€ 14.10€ 15.00
    Risparmi: € 0.90 (6%)
Disponibilità immediata

Disponibile in altre edizioni:

Un cappello pieno di ciliege
€ 25.00 € 23.50
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Un cappello pieno di ciliege

Un cappello pieno di ciliege

di Oriana Fallaci


Disponibilità immediata
Ora che il futuro s'era fatto corto e mi sfuggiva di mano con l'inesorabilità della sabbia che cola dentro una clessidra, mi capitava spesso di pensare al passato della mia esistenza: cercare lì le risposte con le quali sarebbe giusto morire. Perché fossi nata, perché fossi vissuta, e chi o che cosa avesse plasmato il mosaico di persone che da un lontano giorno d'estate costituiva il mio Io. Così comincia questa straordinaria epopea della famiglia di Oriana Fallaci, una saga che copre gli anni dal 1773 al 1889, con incursioni nel passato e in un futuro che precipita verso il bombardamento di Firenze del 1944. È una storia dell'Italia rivoluzionaria di Napoleone, Mazzini, Garibaldi, attraverso le avventure di uomini come Carlo che voleva piantare viti e olivi nella Virginia di Thomas Jefferson, Francesco marinaio, negriero e padre disperato, e donne indomite come la Caterina che alla fiera di Rosìa indossa un cappello pieno di ciliege per farsi riconoscere dal futuro sposo Carlo Fallaci, o come una bisnonna paterna, Anastasìa, figlia illegittima, ragazza madre, pioniera nel Far West. Dopo anni di ricerche, l'autrice ha visto la cronaca familiare trasformarsi in "una fiaba da ricostruire con la fantasia": "la realtà prese a scivolare nell'immaginazione e il vero si unì all'inventabile poi all'inventato... E tutti quei nonni, nonne, bisnonni, bisnonne, trisnonni, trisnonne, arcavoli e arcavole, insomma tutti quei miei genitori, diventarono miei figli".

Note su Oriana Fallaci

Oriana Fallaci nacque a Firenze il 26 giugno 1929. Visse un'infanzia difficile a causa della seconda guerra mondiale. A soli dieci anni infatti, il padre Edoardo, fervente antifascista, la coinvolse nelle attività della Resistenza, esperienza che contribuì a forgiare una donna dal carattere combattivo e tenace. Per l'impegno in guerra ricevette anche la medaglia d'onore dell'Esercito Italiano. Subito dopo la guerra, non ancora maggiorenne, iniziò a lavorare come giornalista. Scrisse per importanti testate giornalistiche, tra cui L'Europeo e il Corriere della Sera, e i sui articoli furono spesso tradotti all'estero. Iniziò anche a frequentare la facoltà di Medicina, ma abbandonò gli studi dopo poco, per dedicarsi completamente all'attività che più le piaceva e meglio le riusciva: scrivere. In poco tempo, la sua naturale capacità abbinata ad un carattere di ferro, la portarono ai vertici del giornalismo mondiale. Fu la prima donna in Italia ad andare al fronte come inviata speciale, tra il 1967 e il 1975 passò lunghi periodi in Vietnam, nel 1968, a Città del Messico, fu ferita durante la strage di piazza delle Tre Culture. In generale, seguì tutti i più cruenti conflitti del 1900, tutti gli eventi storici di maggior rilievo. Fece delle memorabili interviste ai potenti del mondo, tra cui Henry Kissinger, Golda Meir, Indira Gandhi, Gheddafi, Arafat e Khomeini. Sulla base delle sue esperienze di vita, scrisse numerosi romanzi, spesso autobiografici, che ne determinarono il successo internazionale e proiettarono Oriana nel gotha degli scrittori più apprezzati dell'ultimo secolo. Tra questi ricordiamo "Penelope alla guerra" (1962) "Niente e così sia" (1969), "Intervista con la storia" (1974), "Lettera ad un bambino mai nato" (1975), "Un uomo" (1979), "Insciallah" (1990), "La rabbia e l'orgoglio" (2001). Restando coerente con sé stessa, nei suoi articoli e nei suoi libri non fece mai segreto della sua opinione personale e le sue forti prese di posizione a volte (come nel caso de "La forza della ragione") suscitarono numerose polemiche. Oriana Fallaci morì a Firenze il 15 settembre del 2006.
 

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Un cappello pieno di ciliege acquistano anche Lettera a un bambino mai nato di Oriana Fallaci € 9.40
Un cappello pieno di ciliege
aggiungi
Lettera a un bambino mai nato
aggiungi
€ 23.50

Prodotti correlati:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4.2 di 5 su 26 recensioni)

2.0Una Fallaci diversa, 21-02-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
La storia di una famiglia, di generazioni su generazioni. Un ricordo da lasciare ai posteri, l'impresa di una vita. A mio avviso la Fallaci, la grande Fallaci, stavolta ha toppato. Il libro è pesante, interminabile e spesso non crea curiosità nel lettore.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Meraviglioso, 04-04-2014, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Uno dei capolavori della Fallaci. Quando il suo tempo stava per finire, ha deciso di non piangersi addosso ma di lasciarci con un addio strepitoso. Il linguaggio è semplice, diretto, una doccia fredda di veerità. La riscoperta di un passato che continua in ognuno di noi. La consapevolezza che se siamo ciò che siamo lo dobbiamo a chi ci ha preceduto, a quegli antenati che – eroici o meno, scaltri o tonti, ricchi o poveri – hanno permesso il nostro passaggio in quel viaggio incredibile che tutti chiamiamo vita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Incredibile, meravigliosa Oriana, 09-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Una saga familiare appassionante e commovente come fosse un'opera di fantasia; un viaggio a ritroso nel tempo che ci conduce per mano in luoghi attraversati dal passaggio della storia, che ci presenta personaggi che la storia l'hanno fatta, e che ci restituisce l'immagine di un'Italia contadina e orgogliosa, bella come non mai. E' il libro che tutti dovrebbero leggere, che nelle scuole dovrebbe essere reso lettura obbligatoria insieme ai Promessi Sposi del Manzoni. Il capolavoro di una vita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Grazie Oriana !, 01-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro diverso dagli altri scritti dalla Fallaci, ma intriso della sua passionalità, intrigante e coinvlgente, che ci fa vivere tanti personaggi della sua famiglia accompagnandoci in un affascinante viaggio nella storia italiana. Nonostante la mole del romanzo, speravo di non arrivare mai alla fine per sapere "e poi cosa succederà? " Grazie Oriana per quest'ultimo regalo, l'ho trovato stupendo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Bellissimo, 24-07-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Peccato che la Fallaci non è riuscita a terminare questo libro, avrei voluto infatti che non finisse mai. Lo considero il miglior libro che lei abbia mai scritto. Un ritratto interessante e affascinante della sua famiglia e di un epoca storica, quella risorgimentale, Il libro è un ottimo spunto di riflessione sulla nostra Italia e sulla sua nascita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Un gran bel libro..., 21-07-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
In questo libro la Fallaci dà vita, o meglio, ridà vita alle storie e ai personaggi della sua famiglia, a volte coraggiosi, a volte originali ed anche precursori dei tempi... Una saga ricca di vicende dalle sfumature più svariate che si pone come spunto per riflessioni sulla nostra Italia e sul suo percorso socio-culturale nel corso dei secoli: tutto ciò narrato in modo impeccabile..
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Un cappello pieno di ciliege, 30-03-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Mai esordio fu più straziante. Appassionante e appagante. Una donna dalle scelte ideologiche e personali coraggiose, spesso apparentemente contraddittorie, spesso aspramente criticate. Ma è con ancora maggior riguardo che mi sono avvicinata alla sua ultima creatura, sarà perchè era una vita che ci stava lavorando, sarà perchè non ha fatto in tempo a portare a termine l'opera, sarà perchè è l'ultimo suo libro... L'ultimo... Non ce ne saranno più.
Una saga familiare, l'ha voluta definire lei... Una saga risorgimentale, direi io, che ci accomuna tutti quanti... Tutti gli italiani, i nostri nonni, bisnonni, arcavoli che hanno vissuto le occupazioni, le liberazioni e la travagliata nascita della Nostra Nazione. Le vicende sono narrate dal popolo che le ha vissute sulla sua pelle, non da storici o storiografi.
In questo momento mi sembra essenziale non scordare quanto sia costato in vite umane, compromessi politici, atti estremi di valore costruire l'Italia.
Il libro giusto al momento giusto... Grazie sempre Oriana!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0INTERESSANTE, 19-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho trovato questa saga famigliare molto interessante anche se complicata e con alcuni errori storici. Non lo ritengo però, secondo i miei gusti, il romanzo migliore di Oriana Fallaci. Comunque una grande opera!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il gemito della vita, 15-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
"Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere e tutto quel che segue vorresti che l'autore fosse tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira" (Salinger).
E' questo quello che ho pensato non appena ho finito di leggere questo libro.
Ho letto queste novecento pagine o giù di lì in una mezza estate, non avevo voglia di finirlo, non riuscivo a separarmene.
E' una saga familiare, ma non solo familiare perchè racconta una fetta d'italia in un periodo di tempo che si sussegue per generazioni.
Come al solito la Fallaci ha la capacità di rendere la parola scritta come qualcosa di vivo, di concreto.
Ogni volta che leggo qualcosa di suo ho la sensazione di ascoltarla mentre parla o racconta di fianco a me.
Credo che il libro si possa definire a pieno titolo, una sua propria creatura, il figlio che non ha mai avuto. E' stato desiderato, aspettato, pasciuto e finalmente ha visto la luce.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Un libro diverso, 02-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Non sono un'amante di questa scrittrice ma non per questo mi sono preclusa la lettura di questo romanzo... E per fortuna! Mi ha appassionato e l'ho consigliato a molte persone.
Il fatto di affrontare la storia sotto punti di vista femminili è sicuramente un punto di forza, ma naturalmente questo lo penso e lo dico da donna.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La Fallaci racconta la storia, 04-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
L'epopea della famiglia Fallaci si intreccia con quella della storia dal 1773 al 1889.
Un modo particolare e desueto di raccontare la storia.
La lettura a volte non è scorrevole ma tutto sommato il libro nel suo complesso è ben fatto e piacevole.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Bel libro, ma con qualche neo, 28-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
A mio avviso non il miglior libro della Fallaci, ma non per questo un libro da non leggere anzi....
dalla fervida penna della Fallaci viene fuori un resoconto dettagliato della storia d'Italia vista e filtrata attraverso gli occhi e le storie dei suoi avi. Una ricerca instancabile, un viaggio senza fine che si rivela un gran maestro, ricco di avvenimenti e di spunti. Tuttavia un libro che bisogna "voler" leggere, poichè non fluido come dalla Fallaci ti aspetti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Un cappello pieno di ciliege (26)