€ 12.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La caverna

La caverna

di José Saramago

4.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
Il mito platonico della caverna, rivisitato da Saramago e portato ai giorni nostri: la storia di un vasaio cui viene rifiutata la solita fornitura di stoviglie da parte del Centro, simbolo del potere nell'età della globalizzazione. L'artigiano si troverà così costretto a inventarsi un altro prodotto e, soprattutto, a confrontarsi con il Centro stesso, per cercare di scoprirne il terribile, spaventoso segreto. Così, come in altri suoi libri, abbiamo due storie parallele e allo stesso tempo convergenti. Da una parte i protagonisti: gente normalissima, antieroi per eccellenza. Dall'altra una costruzione quasi infinita e maligna: il Centro, sorta di città nella città che divora la città.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di José Saramago:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su La caverna e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4.2 di 5 su 9 recensioni)

4.0Il mito della caverna, 27-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Fino a metà libro non ho capito che cosa c'entrasse il mito della caverna di Platone con la vicenda di questo tenero vasaio che da un momento all'altro si vede costretto a rinunciare al proprio lavoro a causa delle politiche commerciali del Centro a cui ha sempre venduto i suoi manufatti. Cipriano Algor vive con il cane Trovato, la figlia e il genero, nel tempoi in cui quest'ultimo non lavora come custode al Centro. E il Centro stesso è una struttura angosciante, un'unità abitativa e commerciale allo stesso tempo, con le sue inquietanti logiche interne, che mette un bel po' di apprensione.
Lo stile è sempre quello di Saramago: scorrevole, dialoghi inseriti nella narrazione, con in aggiunta un filosofeggiare leggero, che non disturba la storia ma la accompagna.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il Centro, 11-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Quando ho iniziato a leggerlo non pensavo mi sarebbe piaciuto dato il mio scarso interesse per la filosofia e invece mi sono dovuta ricredere, è un ottimo libro e fa riflettere, anzi a distanza di anni da quando l'ho letto fa pensare ancora di più, ormai siamo attorniati in ogni angolo d'Italia da molti"Centri"ai quali e quasi impossibile sfuggire...
La lettura all'inizio è un po' fastidiosa in quanto bisogna abituarsi alla quasi totale assenza di punteggiatura, ci sono solo punti e virgole, ma è un romanzo che merita di essere letto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La "Caverna", 06-10-2011, ritenuta utile da 48 utenti su 51
di - leggi tutte le sue recensioni
Chi l'avrebbe detto? Una famiglia di gente semplice che si fa artefice di una nuova caverna platonica... No, questo non spiega niente sul libro, esprime solo un sentimento; ripartiamo.
Eppure credo che se un libro suscita sentimenti forti, spinge a partecipare alle vicende dei personaggi, solo per ciò è importante incoraggiarne la lettura, che tuttavia sarà impervia, considerando lo stile di Saramago. Bisognerà affrontare paragrafi infinitamente lunghi, atmosfere allucinate, un mondo tanto irreale da essere più vero del vero. E in questo mondo i personaggi (un padre, una figlia e un genero, una vedova, un cane) si amano sino in fondo, come ci si vorrebbe amare nella realtà quotidiana.
Grande libro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La caverna, 04-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi è piaciuto davvero molto questo libro. Sono un suo appassionato seguace da sempre. Non è un libro da treno o da leggere sovrappensiero, bisogna concentrarsi e godersi ogni frase, ogni passaggio logico o illogico, ogni intervento diretto dell'autore implicito che si identifica al narratario ed entra nella storia. Un libro post-moderno con gli attributi, una rivisitazione della caverna di Platone in grado di metterci in guardia contro i pericoli di una società come la nostra.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La caverna, 31-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Lo avevo già letto in passato, ma una rilettura non può che farmi bene. Dopo un mese di abbandono forzato della lettura e dedicato allo studio ho deciso di celebrare il ritorno alla narrativa con l'amato Saramago: una vera sicurezza. "La Caverna" a parer mio si può affiancare, per temi trattati e per scelta stilistica al "Saggio sulla lucidità" e a "Cecità". Anche qui il protagonista si scontra con qualcosa di più grande di lui e quasi imponderabile, sicuramente governato da regole oscure ma inflessibili. Qui è il Centro, una sorta di metafora dell'attuale globalizzazione e mercificazione di tutto ciò che coinvolge le nostre vite. Ma alla fine traspare un barlume di speranza, cosa che forse è meno evidente o assente del tutto nelle altre due opere.
Anche lo stile non si distacca da quello degli altri romanzi: periodi lunghi, pochissimi capoversi, i molti dialoghi diretti non esplicitati graficamente. Ma credo sia una delle forze della sua scrittura, contribuendo al senso di estraniamento e di angoscia che viene narrato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Per chi già ama Saramago, 25-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho letto molto di Saramago e anche se non considero questo tra i suoi migliori libri devo dire che mi colpito molto; ambientato in un paese senza nome ma sicuramente europeo (i nomi dei protagonisti sono decisamente portoghesi) , è un racconto su come il mondo stia profondamente cambiando in un contesto di globalizzazione e liberismo econnomico, quì rappresentati come un mostruoso edificio - il "Centro", una sorte di torre di Babele dei nostri giorni - ove regnano regole economiche che nessuna considerazione hanno per l'Uomo e il sua umanità. Nella dura scelta tra una vita comoda ma impersonale ove accontentarsi di essere spettatori passivi di quanto accade intorno e le difficoltà di contesto rurale ancora a dimensione umana, il protagonista e la sua famiglia offrono un esempio di coraggio cui ormai l'uomo moderno e urbanizzato ha da tempo rinunciato. Un libro da leggere ora e soprattutto da far leggere alle giovani generazioni che sono cresciuti nel "Centro".
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il Centro... Commerciale, 02-02-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Saramago è un grande, col quel suo modo di scrivere cinico e freddo ti prende e ti porta dentro al significato delle cose, senza che tu te ne accorga. Leggi tutto un libro pensando alla trama e ai personaggi e dopo aver voltato l'ultima pagina ti accorgi che stava parlando di te.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0La caverna, 03-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Letto a poca distanza da Il Vangelo Secondo Gesù Cristo devo dire che lo ritengo leggermente inferiore, probabilmente sotto ogni aspetto.
Tuttavia è comunque un racconto eccezionale.
Saramago ci racconta la vita quotidiana di una famiglia di vasai - dopotutto il romanzo è proprio questo - ma riesce a renderla davvero interessante, accattivante, nonostante la povertà del tema.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0caverna, politica e realismo, 09-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Saramago e' veramente unico! Con quel suo modo di raccontare inconfondibile a ritmo serrato e senza pause, stavolta ci coinvolge con la storia di un vasaio cui viene rifiutata la solita fornitura di stoviglie da parte del Centro (simbolo del potere nell'età della globalizzazione). L'artigiano si troverà così costretto a inventarsi un altro prodotto e, soprattutto, a confrontarsi con il Centro stesso, per cercare di scoprirne il terribile, spaventoso segreto. Ma ho il romanzo trovato poco attinente con il mito della caverna platonica, molto piu' realistico sulla politica di certi Stati.
Ritieni utile questa recensione? SI NO