€ 14.10€ 15.00
    Risparmi: € 0.90 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Caino
Caino(2015 - brossura)
€ 8.00 € 7.20
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Caino

Caino

di José Saramago


Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: I narratori
  • Traduttore: Desti R.
  • Data di Pubblicazione: dicembre 2009
  • EAN: 9788807018060
  • ISBN: 8807018063
  • Pagine: 142
  • Formato: brossura
Caino è protagonista e voce narrante. È lui che racconta della blasfema convivenza fra Eva e il cherubino Azaele, l'assassinio del fratello Abele e il suo successivo dialogo filosofico con dio, la maledizione, il marchio e l'incontro con l'insaziabile Lilith nella città di Nod. E attraverso i suoi occhi che assistiamo al sacrificio di Isacco, alla costruzione della Torre di Babele, alla distruzione di Sodoma. E lui che dialoga con Mosé in attesa sul monte Sinai e che vede nascere l'identità israelita, fino a un ultimo duro confronto con dio. Se nel Vangelo secondo Gesù Cristo José Saramago ci ha regalato la sua visione del Nuovo Testamento, con Caino irrompe l'Antico, e ancora una volta Saramago, dichiaratamente non credente, rivendica il diritto a dire la sua in materia di religione. E lo fa, anche questa volta, a voce ben alta, con quella sua inconfondibile ironia capace di trasformare in sublime letteratura la storia di un Caino che accetta, si, il proprio castigo per l'uccisione di Abele e il destino di errante, ma, insieme, insorge contro un dio crudele e sanguinario che considera corresponsabile. E a questo dio che Saramago, per voce di Caino, chiede spiegazioni, per affermare ancora una volta che "la storia degli uomini è la storia dei loro fraintendimenti con dio, perché lui non capisce noi, e noi non capiamo lui". Ed è essenzialmente l'uomo, nella cui mente solo esiste il dio, a essere il protagonista di queste pagine. Disponibile dal 21 aprile.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Caino acquistano anche L' isola sotto il mare di Isabel Allende € 18.33
Caino
aggiungi
L' isola sotto il mare
aggiungi
€ 32.43

Prodotti correlati:

I libri più venduti di José Saramago:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Caino e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.6 di 5 su 38 recensioni)

4.0Difficile, esilarante, interessante, 30-01-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Non si può certo dire che Saramago fosse intimorito da Dio! Privo di quella leggera punta di rispetto che si dovrebbe ad una divinità propria del Gesù de "Evangelho", l'autore, spesso tramite Caino, apostrofa il Principale senza mezzi termini, ricorrendo anzi ad espressioni blasfeme. Difficile da digerire per i credenti, a tratti esilarante per gli atei, interessante per gli indecisi. Indimenticabile la scena precedente l'incontro con Lilith, degno della miglior letteratura erotica.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0L'ultimo Saramago, 06-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Saramago si è sempre dichiarato ateo. Ma, secondo il mio personalissimo parere, era solo un uomo alla perenne ricerca di Dio. Questo libro lo testimonia. Saramago fa viaggiare Caino nel tempo rendendolo protagonista di diversi episodi biblici. Grazie a questo espediente egli dà libero sfogo alle tante domande che qualsiasi cristiano dovrebbe farsi...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Caino di Saramago, 05-02-2012, ritenuta utile da 1 utente su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Sono stato tentato più di una volta ad abbandonare questo libro. Si fa leggere, ma non l'ho trovato così geniale e innovativo, anzi direi che è abbastanza insapore per quanto mi riguarda. Non lo sconsiglio, ma a mio parere rimane nel limbo, nè geniale nè pessimo, insomma nè carne nè pesce. Se ne può anche fare a meno, non è un capolavoro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Caino e dio, 20-01-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Folgorante l'idea di affidare a Caino, l'io narrante di questa storia, queste riflessioni sulla religione, sulla deità, sull'idea di fondo (banalizzo) che dio sia una creatura dell'uomo e non viceversa. Averceli ancora scrittori (uomini direi) che pluriottantanni siano così lucidi. Peccato per la nostra conoscenza che Saramago non ci sia più.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Caino secondo Saramago, 03-01-2012, ritenuta utile da 3 utenti su 19
di - leggi tutte le sue recensioni
E meno male che questa sarebbe l'opera matura di Saramago, in questo caso non oso immaginare cosa abbia scritto prima di questo libricino così scontato e privo di genio, in ogni caso ho scoperto che questo scrittore così osannato da certa critica, non fa proprio per me. Tutti i pregi con cui negli anni l'ho sentito vantare, non ne ho riscontrato neppure uno in questo libricino. Sconsiglio questo libro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Caino., 05-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Straordinaria opera della maturità per un Josè più antivclericale che mai, dire che Saramago è una gioia per il lettore è come dire che l'acqua è bagnata. A questo standard si aggiunge un umorismo spettacolare e la divulgazione, senza mezzi termini, della moralità del dio dei cristiani. L'invenzione narrativa si sposa con la saggezza e l'acume di un "grande vecchio" e il risultato è un piccolo, immortale testo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Caino., 24-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Già ogni suo libro richiederebbe un giudizio a se' , ma stavolta è molto difficle per me assegnargli un voto. Che giudizio si puo' esprimere per qualcosa che non è, nemmeno lontanamente, paragonabile narrativamente a tutti i precedenti lavori di questo scrittore (neppure i meno riusciti)? Una stellina? No. Non avrebbe senso. 'Caino' è una condensa oscura di rabbia e dolore, ma queste materie incandescenti sono trattate da mani ormai senili, e ogni loro potenzialità lacerante è assente. Tutti gli argomenti contro Dio (anche se mi continua a colpire l'ossessione assoluta e carnale di Saramago per quest'ultimo) sono quelli che conosciamo già, ma stentiamo a riconoscerli perché ci appaiono come larve di anime da tempo defunte.
Fa tristezza questo libro, perché non si vuole, ci si rifiuta di accettare che anche le migliori menti invecchino.
Eppure è così.
Tuttavia, anche se pallida immagine, qui c'è ancora l'uomo Saramago che ho seguito per anni e amato. Stelline da guida turistica non ne voglio assegnare. Non sarebbe giusto, la considererei una mancanza di rispetto a tutto cio' che questo scrittore è riuscito a fare umanamente e narrativamente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Caino., 08-07-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
E' un'opera dell'ultimo Saramago, la fase della maturità. In questo libro (Caino) Saramago viene a confrontarsi nuovamente con il tema religioso, passando ad esaminare il Vecchio Testamento. E la sue rilettura delle vicende bibliche in chiave atea smantella completamente la visione cristiana, ma non solo cristiana, del Dio-amore. Ecco che allora viene fuori un ritratto di un Dio che ha tutte le piccinerie degli esseri umani: è vendicativo, competitivo, egoista, ecc. Come già nel mio precedente giudizio su "Il vangelo secondo Gesù Cristo" non posso che ribadire che è molto buona la prova letteraria (anche se questa volta decisamente in tono minore) mentre al rilettura del Vecchio Testamento che viene proposta non sta in piedi, anche se spesso assume toni comici e sicuramente molto divertenti. Pur essendo io cattolico praticante non mi sono nemmeno sentito offeso da questa lettura particolarissima di famosi passi della Bibbia: certo la chiave di lettura proposta è sicuramente dissacrante, per non dire blasfema, ma è una chiave di lettura che non può reggere il confronto con la versione del Magistero della Chiesa. E quindi, nel complesso, abbastanza buona prova letteraria, becchiamoci questo ennesimo attacco alla Chiesa (non solo da parte di Saramago) e via così, la vita continua.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Capolavoro, 21-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Dopo aver letto questo libro ho capito il perché Saramago alla chiesa non piace. Come il Vangelo secondo Gesù Cristo, questo testo è stato criticato da vescovi portoghesi e italiani. Io mi sono lasciata catturare dalla genialità dell'autore, dalla sua ironia pungente, dal suo Dio che scende a patti con il diavolo. Consigliato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Insuperabile, 09-04-2011, ritenuta utile da 4 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Caino e Dio protagonisti di questo testo scritto da un autore che è stato capace di superare se stesso. Chi non è stato Caino una volta nella vita? Chi non ha mai pensato, anche se per una sola volta, di esser stato vittima della crudeltà di quel dio, raccontato nel vecchio testamento? Basta scostare quel sottile velo che compre la realtà per capire che Caino è stato solo una vittima, scelto al posto di Abele, senza un motivo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Fastidioso, 07-04-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Nonostante abbia molto apprezzato "Il Vangelo Secondo Gesù Cristo", motivo per il quale ho voluto acquistare anche questo libro, non ho assolutamente gradito questa lettura che risulta esageratamente sarcastica ai limiti del fastidio, distorcendo troppo la storia di Caino.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Caino..., 31-03-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
L'ho acquistato semplicemente perchè incuriosito dal titolo. Riuscire a sorprendere a ottant'anni suonati e dopo una corposa produzione letteraria non è facile, anzi. Saramago ci riesce con questo libretto (e il termine è dovuto solo alle sue 140 pagine) che, nonostante lo stile dello scrittore portoghese, con la punteggiatura ridotta al minimo indispensabile, si legge velocemente, presi dalle peripezie di un Caino che dopo aver ucciso il fratello è condannato (ma è davvero così?) a girovagare apparentemente senza scopo e senza meta nello spazio e soprattutto nel tempo. Questo espediente permette a Saramago di rivisitare alcuni episodi biblici, e di farlo con ironia e con la consapevolezza che forse il dio che ci hanno raccontato non è così buono, giusto e onnipotente come ci hanno fatto credere. Perché Caino siamo noi, Caino è ogni uomo consapevole che la giustizia divina non è di questo mondo, che quella di un essere superiore che tutto sa e che agisce esclusivamente per il bene dell'umanità è una balla colossale. Il colpo di scena finale è poi degno di un grande maestro e vale già da solo tutto il libro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Caino (38)