€ 7.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Disponibile in altre edizioni:

Pulp. Una storia del XX secolo
€ 9.00 € 8.46
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Pulp. Una storia del XX secolo

Pulp. Una storia del XX secolo

di Charles Bukowski


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: Universale economica
  • Edizione: 13
  • Traduttore: Schenoni L.
  • Data di Pubblicazione: marzo 2009
  • EAN: 9788807813641
  • ISBN: 8807813645
  • Pagine: 184

Trama del libro

Depresso, appesantito da una pancia ingombrante, il conto in rosso, i creditori sempre alle porte, tre matrimoni alle spalle, Nick Belane è un detective, "il più dritto detective di Los Angeles". Bukowski gioca con un vecchio stereotipo e vi aggiunge la sua filosofia di lucido beone, il suo esistenzialismo da taverna e un pizzico di cupa, autentica disperazione. I bar, le episodiche considerazioni sul destino, il cinismo, l'ormai sbiadito demone del sesso, il fallimento preofessionale ed esistenziale, insieme alle mere invenzioni narrative, diventano il "pulp" del titolo. Lontano dalle atmosfere tenebrose delle ordinarie follie, il testamento spirituale di uno scrittore che non ha mai esitato a immergersi nel degrado della società contemporanea.

Tutti i libri di Charles Bukowski

Voto medio del prodotto:  4.0 (4.1 di 5 su 14 recensioni)

4.0Begli episodi, 23-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
In questa storia del ventesimo secolo Bukowski rimane sempre sé stesso ed usa uno stile di scritturo che può talvolta ripugnare, tuttavia rispetto ad altri romanzi non è particolarmente cruento nel descrivere scene di disperazione, di alcolismo, droga o sesso. La storia di base è abbastanza banale, ma gli episodi di contorno sono interessanti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0L'investigatore più strampalato, 21-08-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo molto particolare e caratteristico, per nulla banale grazie al protagonista, un personaggio davvero eccentrico, che nonostante le numerose difficoltà dategli dal suo carattere, riesce quantomeno a cimentarsi in un caso del tutto surreale. Vale la pena di leggerlo, davvero molto simpatico e per nulla scontato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Pulp. Una storia del XX secolo, 20-07-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Un giallo surrealistico: Hank Chinaski, adorabile detective vecchio stampo fugge dalla penna dell'autore a briglie sciolte. Sulle tracce del celebre autore Cèline per volere di una bellissima signora. Pulp è un giallo a cui piace la carne, l'intrigo e la fantascienza d'oltre via lattea. Paradossale parabola della filosofia che Bukowski ci insegna.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Pulp..., 04-04-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Divertente, spassoso, ironico, un vero piacere leggere questo autore. Bukowski mi diverte, non c'è dubbio, sempre pieno di idee infilate nel mezzo con nonchalance. Qui lo fa con frasi secche, situazioni surreali e la solita ironia che nasconde un uomo che la sa più lunga di quello che vuol far credere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Ha tradito le mie aspettative, 02-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
In questo romanzo c'è poco del Bukowski che mi piace.
E' il suo primo romanzo che leggo, ma l'ho trovato un po' troppo inverosimile e a tratti quasi noioso: niente a che vedere con i racconti estremi, ma per certi versi autobiografici, contenuti in "Compagno di sbronze" e "Storie di ordinaria follia".
Il libro narra di un incarico un po' particolare che viene affidato all'investigatore privato Nick Belane, il quale deve tentare di dipanare una matassa piuttosto complessa, in cui si scoprono la presenza di alieni dall'aspetto umano, mariti traditi che vogliono cogliere la propria moglie in flagranza di adulterio e allusioni evanescenti a proposito del Passero Rosso. Belane deve tentare di riordinare questa confusione, ma può contare solo sulle sue forze che, per un alcoolista con la mania dell'ippica, non sono molto numerose. Solo sotto alcuni punti di vista emerge l'autore estremo che piace a me, per il resto l'ho trovato un po' noioso e "forzato".
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Pulp. Una storia del XX secolo (14)