€ 9.50€ 10.00
    Risparmi: € 0.50 (5%)
Disponibile in 3/4 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Fuga nelle tenebre
€ 7.12 € 7.50
Disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Fuga nelle tenebre

Fuga nelle tenebre

di Arthur Schnitzler

  • Editore: Adelphi
  • Collana: Piccola biblioteca Adelphi
  • Edizione: 18
  • Traduttore: Farese G.
  • Data di Pubblicazione: giugno 1981
  • EAN: 9788845904684
  • ISBN: 8845904687
  • Pagine: 144
  • Formato: brossura
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

I libri più venduti di Arthur Schnitzler

Vedi tutti

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.7 di 5 su 3 recensioni)

4Avvincente, 24-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Schnitzler -è il suo ultimo libro pubblicato- descrive magistralmente la sofferenza di un uomo che si trova in uno stato di delirio ossessivo: un distillato di schizofrenia. Con una precisione psicologica lo scrittore ci mostra come la follia pianti nella mente umana e come da questi semi si evolva una pianta che espande radici e fronde sempre di più. Un racconto che ha un ritmo ben poertato avanti, una velocità sorprendente e coinvolgente fino alla perfetta conclusione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Fuga nelle tenebre, 03-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Schnitzler, contemporaneo di Freud, interessato anch’egli alle dinamiche fantastiche e terribili che può assumere la mente, scrive questo libro descrivendo con lucidità e acume, la parabola folle di un uomo agiato ma non tranquillo, la sua mania di persecuzione che culmina nel dramma di un gesto tremendo e inutile. “D’altro canto c’è molta gente a cui manca il tempo d’impazzire” dice, durante una conversazione, il medico amico e confidente del protagonista. Il libro potrebbe racchiudersi forse in questa frase?
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4La fragilità della psiche umana, 19-07-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Angoscia. E' quello che ho provato leggendo questa storia, ogni pagina era carica di tensione. Il lettore è portato dallo scrittore ad identificarsi con il narratore e, così, ad entrare nella sua mente e pensare esattamente come lui. E' questo che rende angosciosa la lettura, perchè il lettore, il quale è normalmente portato ad estraniarsi dalla situazione presentata nel racconto, si ritrova, invece, a vivere in prima persona quella situazione e piomba in uno stato di confusione che fa sembrare tutto relativo. Il giudizio razionale, che ad un primo acchitto sembrerebbe semplice da mantenere per il lettore, si perde a poco a poco fino ad arrivare al punto in cui non si riesce più a discernere la realtà dall'immaginazione del narratore.
E' stata una lettura angosciosa proprio perchè ti porta a riflettere su quanto sia fragile la psiche umana e, quindi, quanto sia semplice, in un momento di difficoltà, estraniarsi da tutto e vivere in un mondo parallelo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO