€ 9.50€ 10.00
    Risparmi: € 0.50 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Figlio di Dio

Figlio di Dio

di Cormac McCarthy


18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

Lester Ballard è un uomo violento, dal passato difficile. Avendo perso ogni cosa, vive nell'abbandono e da sempre sfida e aggredisce i cittadini del suo paese, East Tennessee. Viene incarcerato, con l'accusa di violenza carnale. Quando si scopre che non è colpevole, gli viene concessa la libertà, il permesso di vagare a piacere, razziando e depredando la popolazione con le sue strane voglie. Normali e casuali incontri per commissioni in merceria, dal maniscalco e all'emporio diventano scene di travolgente forza insieme comica e grottesca. Mentre la storia precipita verso il suo indimenticabile finale, McCarthy dipinge le realtà più sordide della vita con senso umoristico oltre che di partecipazione umana.

I libri più venduti di Cormac McCarthy

Tutti i libri di Cormac McCarthy

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Figlio di Dio acquistano anche Un problema per Mac di Enrique Vila-Matas € 18.05
Figlio di Dio
aggiungi
Un problema per Mac
aggiungi
€ 27.55

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Figlio di Dio e condividi la tua opinione con altri utenti.


Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 7 recensioni)

4Essenziale, 17-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
McCarthy non si smentisce anche in questo libro. Tipici scenari apocalittici, soliti personaggi che ispirano violenza, solita scrittura introspettiva e sublime. Le avventure di Lester Ballard, uomo che vaga senza meta nel deserto, che vive mangiando polvere e nutrendosi di un'efferata crudeltà. L'uomo che si trasforma in belva. La natura che si realizza nella sua più oscura essenza. Le miserie umane portate fino all'inverosimile. In poche parole: lo stile perfetto di McCarthy.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Molto forte, 27-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo è quello che considero il più forte, come contenuti, tra le opere di McCarthy. Difficile non rimanere disgustati dalle atroci azioni del protagonista ma al contempo è difficile non essere rapiti dal suo viaggio verso l'inferno tra omicidi, stupri e violenze varie.
Niente sembra poter fermare Ballard e i suoi orrori...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Tema raccapricciante, ma scritto in modo divino, 09-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
E' difficile spingere il lettore ad affezionarsi a un maniaco, feticista, addirittura necrofilo, ma questo romanzo straordinario ci riesce. Lester Ballard è un personaggio per cui è impossibile provare anche la minima empatia, all'inizio del romanzo è un pericoloso squilibrato con tendenze asociali; poi diviene un eremita dalle abitudini inqualificabili, omicida a sangue freddo; infine una creatura primeva ed amorale, una sorta di insetto che striscia in gallerie buie ed allagate, in cui semina macabri cimeli. C'è tutta la negatività possibile in questo libro. La perversione umana, la devastante ed inarrestabile forza di una natura descritta da McCarthy con la solita magnificenza, i più bassi istinti animaleschi ed una montante pazzia che porta, gradino dopo gradino, ad un sempre più rivoltante ed allucinato inferno terrestre. Se possibile, un McCarthy ancora più crudo del solito.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Figlio di Dio, 04-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Con Maccarthy continua il mio crudele rapporto di amore-odio. Ma lì, tra praterie, case fatiscenti, forre e dirupi, lì ti ci porta, alla grande. E tra elementi ignoti come quelli della frase che riporto. Non so se sia più bravo Cormac a trovare peromischi o il traduttore a citare le macchie di stramonio. Ma che diavolo sono? Un brano da Spoon River, senza la "pietas" di Lee Masters. Qui c'è solo desolazione e ricerca di arrivare all'oggi, che tanto il domani non è previsto. Non ci sono buoni, non ci sono personaggi cattivamente positivi. Solo il dolore. Il freddo. L'angoscia di un sesso non vissuto. La follia (follia?) di Ballard, anche lui figlio di Dio, ma per quale motivo vive su questa terra? Per ammazzare cani? Per ammazzare umani? Per arrivare a quel domani che non c'è? Rubare orologi per venderli per comprare whisky per ubriacarsi per cercare qualcuno a cui rubare l'orologio. Siamo sull'altro versante dell'inutile quotidianità. Anche qui senza speranza. Ma con tanta casualità. Si muore per un'ora d'amore.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Figlio di Dio, 01-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Uno dei primi pensieri durante la lettura è stato:
che spasso!
La prima parte è divertente e narrata in maniera interessante.
Sembra che un tizio si stia facendo una chiaccherata con te seduto al bar, rispondendo alle tue domande con quello che sa a riguardo di alcune storie.
Dalla seconda parte il copione cambia.
Prende corpo una crudezza difficile da metabolizzare.
I giri di parole non esistono, Cormac ti dice quello che non avresti pensato neanche potesse essere mai scritto.
Lester Ballard è caratterizzato in maniera eccelsa.
Molte sensazioni ha suscitato in me questo libro.
Ho provato anche pena per lo stile di vita di Lester.
Preferisco non aggiungere altro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Figlio di Dio (7)


Prodotti correlati

Gli altri utenti hanno acquistato anche...

Ultimi prodotti visti