€ 10.34€ 11.00
    Risparmi: € 0.66 (6%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Disponibilità immediata
Quantità:
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Dizionario delle cose perdute

Dizionario delle cose perdute

di Francesco Guccini


  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar bestsellers
  • Data di Pubblicazione: marzo 2013
  • EAN: 9788804626060
  • ISBN: 8804626062
  • Pagine: 142
  • Formato: brossura
Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

Una volta, c'era la banana: non il frutto amato dai bambini, bensì l'acconciatura arrotolata che proprio i bimbi subivano e detestavano ma che veniva considerata imprescindibile dai loro genitori. I quali, per bere un buon espresso, dovevano entrare al bar e chiedere un "caffè caffè", altrimenti si sarebbero trovati a sorbire un caffè d'orzo. Una volta, per scrivere, non c'erano sms o e-mail, ma si doveva dichiarare guerra ai pennini e uscire da scuola imbrattati d'inchiostro da capo a piedi. Una volta, si poteva andare dal tabacchino, comprare una sigaretta - una sola - e fumarsela dove meglio pareva: non c'erano divieti, e i non fumatori erano una gran brutta razza. Una volta, i bambini non cambiavano guardaroba a ogni stagione, andavano in giro con le braghe corte anche d'inverno e - per assurdo contrappasso - col costume di lana d'estate. Una volta, la Playstation non c'era, si giocava tutto il giorno per strada e forse ci si divertiva anche di più. Una volta, al cinema pioveva... Con un poco di nostalgia, ma soprattutto con la poesia e l'ironia della sua prosa, Francesco Guccini posa il suo sguardo sornione su oggetti, situazioni, emozioni di un passato che è di ciascuno di noi, ma che rischia di andare perduto, sepolto nella soffitta del tempo insieme al telefono di bachelite e alla pompetta del Flit. Un viaggio nella vita di ieri che si legge come un romanzo: per scoprire che l'archeologia "vicina" di noi stessi ci commuove, ci diverte, parla di come siamo diventati.

Tutti i libri di Francesco Guccini

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Dizionario delle cose perdute acquistano anche Palazzi, famiglie ostigliesi e Mondadori nel primo Novecento vol.1 di Franco Chiavegatti € 12.00
Dizionario delle cose perdute
aggiungi
Palazzi, famiglie ostigliesi e Mondadori nel primo Novecento vol.1
aggiungi
€ 22.34

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.8 di 5 su 10 recensioni)

5ALLA RICERCA DELLE TRADIZIONI PERDUTE, 26-10-2012, ritenuta utile da 7 utenti su 10
di - leggi tutte le sue recensioni
Francesco Guccini, da cantautore, è stato ed è un attento osservatore del tempo che passa. Versi e note li traduce in questo libro che racconta tante tradizioni andate perdute. I taxi verdi o, per chi se lo ricorda il famoso duplex presente in tante case credo sino ai primi anni '70. Giusto due esempi, ma il libro è pieno di ricordi; memorie per chi le ha vissute, ma anche per non le ricorda o ne ha solo sentito parlare. Un libro gradevolissimo che si legge tutto di un fiato, grazie alla scrittura di Guccini, mai banale o retorica. Un volume di godibilissima lettura per capire chi eravamo e chi siamo. Un autentico capolavoro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3La nostalgia, 21-09-2012, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Adoro Guccini da sempre, per le sue canzoni, per i suoi concerti, che ho visto, quindi quando cominci a leggere il libro lo leggi sentendo la sua voce narrante. Ho riso a crepapelle perchè le cose perdute da lui, sono anche molte, delle cose perse da me... Mi ci sono ritrovata e come lui per molte di queste cose ho provato nostalgia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Stoviglie color nostalgia, 28-05-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Il ritmo lento della narrazione di Guccini, che si prende respiri e tempi per guardare al passato, affascina fin dalle prime righe. Guccini riesce, immediatamente, a farci sentire la sua voce che racconta, il suo modo di parlare e di immaginare. Il libro si compone di brevi affreschi che riportano ad un passato vicino ma intriso di nostalgia, pur senza scadere nell'esaltazione acritica del "tempo che fu". Piacevole come una storia davanti al camino.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Dizionario delle cose perdute, 25-05-2012, ritenuta utile da 1 utente su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro che come il titolo lascia intuire ha un velo nostalgico a far da sottofondo a tutte le pagine. Si tratta di una lista di cose che hanno segnato la vita di Guccini, che ora non ci sono più o che sono cambiate nel tempo, quali ad esempio i giochi che faceva da bambino, gli oggetti della vita quoditiana, le emozioni.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Nostalgia , 04-05-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 13
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libro è ineguagliabile, non solo il linguaggio è chiarissimo e semplice, ma da un eccellente cultura. E poi risulterà bellissimo e divertente fare un tuffo nel passato delle cose perdute. Si sente una certa nostalgia, ma anche una curiosità irrefrenabile che porterà il lettore a leggere sino all'ultima pagina
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Dizionario delle cose perdute (10)


Prodotti correlati

Ultimi prodotti visti