€ 7.52€ 8.00
    Risparmi: € 0.48 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Cuore di cane
Cuore di cane(2016 - brossura)
€ 12.00 € 10.20
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Cuore di cane
Cuore di cane(2014 - brossura)
€ 7.50 € 7.12
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Cuore di cane

Cuore di cane

di Michail Bulgakov


Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

Trama del libro

Storia di un bizzarro esperimento scientifico, che innesta su un cane randagio moscovita l'ipofisi di un uomo, il racconto denso di avventure ironiche e grottesche di un animale che scopre il mondo con la sensibilità di un essere umano. "Cuore di cane" fu scritto nel 1925, rimase inedito per decenni perché sequestrato dalla polizia segreta sovietica, venne ritrovato negli archivi del KGB dopo la morte dell'autore e finalmente pubblicato conquistò quindi l'apprezzamento dei lettori di tutto il mondo.

I libri più venduti di Michail Bulgakov

Tutti i libri di Michail Bulgakov

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Cuore di cane e condividi la tua opinione con altri utenti.


Voto medio del prodotto:  4.0 (3.8 di 5 su 13 recensioni)

4.0Simpaticissimo, 29-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Pallino, il cane protagonista di questo romanzo breve, è simpaticissimo e a tratti una macchietta esilarante. La satira sottesa a tutto il libricino è piuttosto sferzante verso la medicina dell'epoca e al tentativo dell'essere umano di spingersi oltre i suoi limiti. La prosa di Bulgakov è molto godibile e sempre fresca e modernissima.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Bellino, 17-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo piacevole e scritto in maniera molto leggera e scorrevole. Narra la storia di un uomo che viene erroneamente rimesso in vita nel corpo di un cane. Questo mostro abominevole si scontrerà poi con la necessità di inserirsi all'interno della società (nella russia degli anni 30) . Risulta quindi una rivisitazione moderna del vecchio Frankenstein.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Una parodia del mostro di Frankenstein, 10-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Che scrittore Bulgakov! Capace con una storiella del genere a condensare tutto ciò che si poteva dire di quella società, la Russia post-rivoluzionaria, e della società in generale. Un cane randagio, costretto a vagabondare alla ricerca di cibo e a subire le bastonate degli umani, viene raccolto da un illustre professore-scienziato.
Tutto va bene finché il povero randagio viene accudito, curato dalle ferite e nutrito: per una volta in vita sua comprende cosa significa vivere una bella vita.
Bella vita comunque destinata a finire presto perché il cane viene utilizzato per degli esperimenti: il professore è alla ricerca di un metodo per combattere l'invecchiamento. Per riuscire nel suo intento sostituisce le ghiandole sessuali e l'ipofisi del cane con quelle umane, ottenendo però un risultato disastroso: l'ex randagio assume sembianze umane e sfugge al controllo del professore. Satira pungente, scrittura lucida e mai banale, Bulgakov non si smentisce, anche se l'ho letto dopo "Il Maestro e Margherita" considerato il suo capolavoro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Cuore di cane, 01-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo estremamente grottesco e divertente. Per quanto mi sforzi, a quest'opera non riesco a dare più di 3. Due medici dopo lunghi studi decidino di trapiantare l'ipofisi di un uomo in un cane randagio, creando una sorta di uomo con sembianze e comportamenti da cane o un cane con sembianze e comportamenti da uomo...
Con una domanda finale che sorge spontanea, che senso ha creare un uomo a partire da un cane quando da qualche parte nel mondo può nascere un qualunque genio capace di fare cose straordinarie?
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Cuore di cane, 31-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Romanzo dallo stile pulito e scorrevole. Quando diversi annetti fa mi avventurai lungo le pagine grottesche, divertenti e geniali di questo libro, credevo che lo stupore e godimento di ogni pagina fossero anche influenzati dalla location della "lettura", per pura combinazione la prima lettura è avvenuta in una Mosca primaverile indiscutibilmente quasi tiepida (fuori media) in netto contrasto col meteo della lettura.
Credevo l'adorazione di base per Bulgakov fosse comunque filtrata attraverso gli occhi viaggianti, i suoni delle voci sconosciute, i visi, le strade, o la stessa frequentazione rocambolesca in quei giorni concitati con un professor (però biologo) moscovita che conosceva 54 parole in italiano (stravinceva con me che di russo ne conosco 10) e che mi ha anche schiantata a scacchi (ahimè fuori esercizio).
Vagolavo alla ricerca di un potenziale "pallino", un filippovic, scrutando le facce, ascoltando le voci di idiomi assolutamente incomprensibili e maledettamente musicali.
Ma alla luce di due riletture attente, giocando in casa e non più in quella prodigiosa trasferta, le vicende assurde di Sarik che mi avevano incantata e fatta ridere amaramente allora, mi son parse ancora più degne, e le riletture odierne ancor più inquietantemente attuali.
In compenso ho preso l'influenza appena sbarcata sul suolo italico.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Cuore di cane (13)


Ultimi prodotti visti