€ 13.63€ 14.50
    Risparmi: € 0.87 (6%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Quel che resta di Auschwitz. L'archivio e il testimone. Homo sacer

Quel che resta di Auschwitz. L'archivio e il testimone. Homo sacer

di Giorgio Agamben


  • Editore: Bollati Boringhieri
  • Collana: Temi
  • Data di Pubblicazione: ottobre 1998
  • EAN: 9788833911052
  • ISBN: 8833911055
  • Pagine: 176
Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Le circostanze storiche (materiali, tecniche, burocratiche, giuridiche) in cui è avvenuto lo sterminio degli ebrei sono state sufficientemente chiarite. Ben diversa la situazione per quanto concerne il significato etico e politico dello sterminio o anche soltanto la comprensione umana di ciò che è avvenuto, cioè in ultima analisi la sua attualità: quello che impedisce ad Agamben di sentirsi appagato dalla pseudosoluzione giuridica del problema dell'Olocausto (termine che egli contesta), dalla riduzione del fenomeno a crimine o mostruosità incomprensibile. "La verità intera è molto più tragica e spaventosa".

Tutti i libri di Giorgio Agamben

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 2 recensioni)

3Testimoninaza dell'indicibile, 28-04-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Interessantissima riflessione su Auschwitz e l'olocausto. Uno sguardo non banale e sicuramente particolare che riporta la questione della tragedia a un'attualità insormontabile. Auschwitz non è sepolta, ma la riflessione sulla testimonianza è tutt'altro che semplice. Peccato alcune cadute di stile soprattutto nel trattare citazioni altrui, e qualche vuoto concettuale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Terribile, 07-07-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Una bellissima riflessione di Agamben su quella che resta la più grande catastrofe delXX secolo: l'olocausto degli ebrei da parte della Germania nazista. Il ragionamento di Agamben ci costringe a pensare in maniera nuova ad Auschwitz, non più solo come il campo della morte, ma come il luogo di un esperimento ancora impensato; impensato perché Auschwitz è aldilà di ogni nostra umana comprensione. Ma non solo: anche la nostra contemporanea riflessione morale, messa alla prova di Auschwitz, mostra tutta la sua insufficienza.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Gli altri utenti hanno acquistato anche...