€ 8.07€ 8.50
    Risparmi: € 0.43 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibilità immediata
Ordina entro 20 ore e 21 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo lunedì 17 maggio. Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Il lottatore di sumo che non diventava grosso

Il lottatore di sumo che non diventava grosso

di Eric-Emmanuel Schmitt

  • Editore: E/O
  • Collana: Tascabili e/o
  • Traduttore: Bracci Testasecca A.
  • Data di Pubblicazione: maggio 2012
  • EAN: 9788866320678
  • ISBN: 8866320676
  • Pagine: 114
  • Formato: brossura
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Trama del libro

Selvaggio, arrabbiato, Jun vaga con i suoi quindici anni per le strade di Tokyo, lontano da una famiglia della quale si rifiuta di parlare. Il suo incontro con un maestro di sumo che vede in lui un "grosso", nonostante il suo fisico emaciato, lo coinvolge nella pratica della più misteriosa delle arti marziali. Con lui Jun scopre il mondo sconosciuto della forza, dell'intelligenza e dell'accettazione di sé. Ma come raggiungere lo zen quando non si è altro che dolore e violenza? Come diventare lottatore di sumo se non si riesce a diventare grossi? Nell'affollata metropoli giapponese l'anziano Shomintsu guiderà il ragazzo lungo un percorso iniziatico che mescolando infanzia e spiritualità accompagna anche il lettore alla sorgente del buddhismo.

I libri più venduti di Eric-Emmanuel Schmitt

Vedi tutti

Voto medio del prodotto:  3 (3 di 5 su 2 recensioni)

4Il lottatore di sumo che non diventava grosso, 24-05-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
La trama è molto bella, e anche abbastanza originale. Bisogna ammettere che Schmitt è riuscito a trasmettere lo spirito della marzialità (non solo del sumo, ma di ogni arte marziale) e della profonda e affascinante dottrina Zen attraverso questo suo libro, seppur breve. Altamente consigliato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2Il lottatore di sumo , 11-04-2011, ritenuta utile da 1 utente su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Penso che questo libro non possa meritarsi più di due. Esempio eclatante di un'idea simpatica sfruttata nel peggiore dei modi possibili. Un ragazzino minuto vive come un barbone nelle strade di Tokio fino a che non viene scoperto da un allenatore di sumo che, contro ogni apparenza, vede in lui "uno grosso". Dopo lunghe resistenze e un duro allenamento, dal ragazzino nascerà veramente "uno grosso", non solo un lottatore di sumo, ma un uomo capace di assumere le proprie responsabilità.
Una bella storia, dicevo, ma devastata da una scrittura sciatta oltre ogni dire, da un'ambientazione vergognosamente approssimativa, da una morale di ridicola superficialità, da una sgradevolezza senza nessun motivo specifico, da un'ambientazione di cartone, dall'attribuzione al protagonista di un linguaggio sguaiato, fallendo penosamente il tentativo di delineare il personaggio. Quanto alla location giapponese, se io fossi l'ambasciatore del Giappone in Francia, farei causa all'autore...

Questo Schmidtnon è che un Coelho da supermercato (il che è tutto dire), però trasudante presunzione transalpina...

E oltre tutto il libro è scandalosamente breve e scritto a caratteri giganteschi...
Ritieni utile questa recensione? SI NO