€ 11.40€ 12.00
    Risparmi: € 0.60 (5%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 6/7 giorni lavorativi
Quantità:
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Giustizia e bellezza

Giustizia e bellezza

di Luigi Zoja


  • Editore: Bollati Boringhieri
  • Collana: Incipit
  • Data di Pubblicazione: giugno 2007
  • EAN: 9788833917603
  • ISBN: 8833917606
  • Pagine: 115
  • Formato: brossura
Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Fra gli studi sulla crisi della modernità, questo saggio si inserisce con forza da una prospettiva inattesa. I nostri antenati greci avevano un sistema di valori indivisibile, fatto di giustizia e bellezza. La bellezza, raccolgliendo approvazioni indiscutibili, aiutava ad assicurare un consenso anche alla morale. Una relazione armonica tra bellezza e giustizia sopravviveva nel Rinascimento, insieme a un rapporto tra piazza e palazzo. Ma il protestantesimo e la modernizzazione spaccano questa unione, in nome di una giustizia ascetica e della funzionalità. Il bello, non essendo direttamente utile, si incammina in direzione del passatempo e dell'investimento. Intanto, privatizzazione e razionalizzazione della vita eliminano la piazza, dove si godeva la bellezza gratuitamente e insieme. L'arte si fa specialistica e la massa si abitua alla bruttezza come condizione normale. Ma il cinismo verso i valori della giustizia, che la società di oggi si rimprovera, potrebbe derivare anche dall'aver eliminato quelli della bellezza, da cui la loro radice è inseparabile.

Tutti i libri di Luigi Zoja

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Giustizia e bellezza acquistano anche Metafore terapeutiche per i bambini di Joyce C. Mills € 17.10
Giustizia e bellezza
aggiungi
Metafore terapeutiche per i bambini
aggiungi
€ 28.50

Voto medio del prodotto:  2 (2 di 5 su 1 recensione)

2Il legame tra estetica e senso di giustizia, 10-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
L'argomento è interessante: si può dividere l'etica dall'estetica, un mondo brutto può essere giusto? Ma lo sviluppo è un po' inattuale. Al saggio infatti è sottesa un'idea di bellezza piuttosto "conservatrice" e mai messa in discussione. Questo tema è odierno, ma andrebbe piuttosto osservato con occhi contemporanei, non con la tipica nostalgia per la bellezza rinascimentale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti