€ 7.22€ 8.50
    Risparmi: € 1.28 (15%)
Normalmente disponibile in 2/4 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

L' atelier dei miracoli
L' atelier dei miracoli(2014 - rilegato)
€ 12.90 € 12.13
Normalmente disponibile in 2/4 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
L' atelier dei miracoli

L' atelier dei miracoli

di Valérie Tong Cuong


Normalmente disponibile in 2/4 giorni lavorativi
  • Editore: TEA
  • Collana: Teadue
  • Traduttore: Fedriga R.
  • Data di Pubblicazione: settembre 2017
  • EAN: 9788850246656
  • ISBN: 885024665X
  • Pagine: 215
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

Ci sono momenti, nella vita, in cui sembra che nulla vada come deve andare. Eppure anche in questi momenti rimane, sottile come un vel un'insopprimibile voglia di felicità, la sensazione di avere comunque il diritto a una porzione di serenità, la speranza lieve ma tenace di trovare qualcuno che possa aiutarci. Cosi accade anche ai protagonisti di questo romanzo, due donne e un uomo sull'orlo del baratro, ai quali un incontro fortuito sembra aprire uno squarcio nel buio. È vero, la salvezza può arrivare nelle maniere e dalle persone più inaspettate, e il confronto con i propri fantasmi e con lo spregiudicato Jean, che soccorre le persone in crisi nel suo Atelier dei miracoli, potrà aiutare Mariette, Millie e Mike a risollevarsi. Ma quanto si mescolano, nella vita reale, il bene e il male? Dov'è il confine? Fino a che punto ci si può spingere per dare una mano a chi ha bisogno?

Voto medio del prodotto:  1 (1 di 5 su 1 recensione)

1Dall'Atelier ci si aspetta di più, 04-04-2014, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Il romanzo si apre con la descrizione dei protagonisti, colti nel momento più buio delle loro vite. Nel pieno del cedimento della volontà non riescono a scorgere alcun progetto, nessuna luce davanti a sé, eppure sono salvi e vivi.
Dopo aver conosciuto Millie, Mike e Mariette, il romanzo ha smesso di incuriosirmi.
Ho continuato a leggerlo per cercarne l'obiettivo o un eventuale disegno unitario che, a mio avviso, manca. La benevola figura di Jean, il cui incontro sanerà le esistenze dei personaggi centrali, si rivelerà appannata da interessi e piccole clientele. Si ironizza sulle problematiche di Millie e Mariette, evidenziando la connotazione egocentrica delle due, per poi giungere ad una collettiva "redenzione" finale.
Non c'è emozione, né ho riscontrato una vera analisi dei conflitti interiori e dei rapporti, che viene invece decantata. Probabilmente l'elemento che più emerge è l'importanza della volontà che, prima ancora di interventi esterni, è il mezzo giusto per acquisire consapevolezza di sé e poi riemergere. Dello stesso editore e nell'ambito dello stesso genere, ho preferito "Le cose che non ho" di Delacourt, letto tempo fa e pubblicizzato alla fine del libro. Ha un tocco vagamente poetico che credo manchi del tutto all'Atelier.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti