L' invincibile

L' invincibile

4.0

di Stanislaw Lem


  • Prezzo: € 7.80
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Nella lontana costellazione della Lyra, ai margini della Galassia, si trova un piccolo pianeta disabitato, Regis III. Una zona tranquilla; fino a quando da quelle parti non avviene un fatto inaspettato: l'incrociatore interplanetario Condor scompare senza lasciare tracce. Alla sua ricerca viene mandata la nave gemella Invincibile, con il difficile compito di svelare il mistero e annientare, con le sue armi capaci di distruggere un intero mondo, ogni eventuale nemico. Ma Regis III è un pianeta desolato, morto ormai da milioni di anni: è davvero possibile che sia il rifugio di un temibile nemico?

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Stanislaw Lem:


Dettagli del libro

  • Titolo: L' invincibile
  • Traduttore: Prinzhofer R.
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar varia
  • Data di Pubblicazione: 2003
  • ISBN: 8804517611
  • ISBN-13: 9788804517610
  • Pagine: XI-189
  • Reparto: Narrativa

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su L' invincibile e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Fantascienza prima maniera, 30-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un incipit toccante, talmente datato da suonare nostalgico, come se "2001: Odissea nello spazio" incontrasse lo steampunk!
Uno sviluppo inquietante ed avvincente, alla lenta scoperta del mistero in cui è sparita un'intera nave stellare.
Una spiegazione del mistero dannatamente frettolosa (dal non sapere niente al sapere tutto in uno schiocco di dita) e per nulla convincente (ammazza che intuito 'sti scienziati!)... e siamo ancora a due terzi del romanzo...
Una parte finale di cui non si capisce il senso né la necessità, in cui la narrazione cambia completamente registro, passando dai toni investigativi ed inquietanti del thriller spaziale ad una specie di "action" vacua e vagamente nichilista.

Dal punto di vista tecnologico è deliziosamente rétro: mi ha fatto ripensare al film "Il pianeta proibito" col suo robottone che sembra l'omino Michelin.

E' il primo libro di Lem che leggo e mi ha lasciato molto perplesso. Sembra l'opera immatura di un autore giovane che ancora non ha capito esattamente dove vuole andare a parare. Invece è stato scritto tre anni dopo Solaris, che è la sua opera più famosa (ed aspetta il suo turno sul mio scaffale).

Ritieni utile questa recensione? SI NO