Il grande Gatsby

Il grande Gatsby

3.0

di Francis Scott Fitzgerald


  • Prezzo: € 8.00
Fuori catalogo - Non ordinabile

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Il grande Gatsby ovvero l'età del jazz: luci, party, belle auto e vestiti da cocktail, ma dietro la tenerezza della notte si cela la sua oscurità, la sua durezza, il senso di solitudine con il quale può strangolare anche la vita più promettente. Il giovane Nick Carraway, voce narrante del romanzo, si trasferisce a New York nell'estate del 1922. Affitta una casa nella prestigiosa e sognante Long Island, brulicante di nuovi ricchi disperatamente impegnati a festeggiarsi a vicenda. Un vicino di casa colpisce Nick in modo particolare: si tratta di un misterioso Jay Gatsby, che abita in una casa smisurata e vistosa, riempiendola ogni sabato sera di invitati alle sue stravaganti feste. Eppure vive in una disperata solitudine e si innamorerà insensatamente della cugina sposata di Nick, Daisy... Il mito americano si decompone pagina dopo pagina, mantenendo tutto lo sfavillio di facciata ma mostrando anche il ventre molle della sua fragilità. Proprio come andava accadendo allo stesso Fitzgerald, ex casanova ed ex alcolizzato alle prese con il mistero di un'esistenza ormai votata alla dissoluzione finale.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Il grande Gatsby e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.0 (3.2 di 5 su 9 recensioni)

3.0Bello ma sopravvalutato, 23-01-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho letto questo romanzo sia perchè ritenuto un caposaldo della letteratura americana, sia perchè la vita di F. S. Fitzgerald e della moglie sono l'emblema stesso dellla dissolutezza di quegli anni. Però, a parte la scrittura fluida e moderna, tutto il ramanzo da l'idea di qualcosa di già visto, di poco originale. Insomma, un buon romanzo ma non un capolavoro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Bel libro , 28-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Il mito dei ruggenti anni venti descritto magnificamente dall'autore che ne fu testimone e grande protagonista con occhio attento e critico nel descrivere lo sfarzo, la monotonia, la noia della società aristocratica di New York nelle feste del protagonista Jay Gatsby che dopo essere stato kasciato dalla sua fidanzata diventa in breve molto ricco e tenta in ogni modo di riconquistarla accorgendosi troppo tardi che il passato non ritorna.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Sopravvalutato... Davvero sopravvalutato!, 23-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Non mi è piaciuto. Il mio primo approccio a Fitzgerald è stato molto negativo. Nonostante la brevità del testo ho fatto una gran fatica a terminare il racconto. Dopo avere saggiato più volta l'idea di accantonarlo, ho deciso di finirlo per dare un giudizio completo, a 360 gradi. L'idea che mi ero fatto inizialmente è stata confermata. Non consigliato!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0L'eroe americano, 22-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Bellino, ma niente di particolare, lo trovo a misura di giovani studenti. Sarà che forse mi aspettavo di più o forse non ho l'età per gustarmelo. Un'opera costruita a misura di "eroe", una rivisitazione del mito adolescenziale che si crea da sè, come vuole il pragmatismo americano per cui l'uomo è artefice del proprio destino.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Anni '20, 08-09-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Siamo negli Stati Uniti, immersi in descrizioni di feste grandiose con gente che si conosce appena e grandi macchine luccicanti. Dietro l'apparenza sfavillante e ricca e molto borghese ci sono cose non dette, tradimenti e delusioni, amori celati e affari sporchi. Alla fine delle feste però c'è solo solitudine e morte e solitudine nella morte. Romanzo molto breve, a tratti gradevole, niente di eccezionale anche se l'avevo comprato proprio perchè considerato capolavoro della letteratura americana. Sono contenta di averlo letto per cultura generale, e lo consiglierei vista la brevità, ma tutto sommato non lascia grandi tracce.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Il grande Gatsby, 23-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Uno bello squarcio sulla cultura statunitense della prima metà degli anni sessanta. Non è il "nostro" mondo e non è la nostra stessa base culturale, ma l'americanizzazione del pianeta almeno è servita a metterci a conoscenza di quest'ottica del sogno americano, con tutto ciò che comporta, e alla fine ruota sempre tutto attorno alla natura umana, alle aspirazioni, al tema del ricordoritornoricerca del passato. Se le vite degli altri insegnano qualcosa, lo fanno anche storie come questa. Si spera.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Un bel libro.., 17-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Gatsby e il suo sogno americano realizzato a metà: un sogno di autorealizzazione e felicità che, quando sembra raggiungere il suo culmine, s'infrange laddove le barriere socio-culturali e le ipocrisie della società agiata statunitense degli anni '20 non permettono un'esistenza autentica e una piena liberazione dagli schemi precostituiti... Uno spaccato umano che permette vari spunti di riflessione...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il grande Gatsby, 09-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Uno scorcio nella New York degli anni '20 con le tutte le sue con tutte le sue contraddizioni, il razzismo, l'illegalità, le enormi ricchezze.
La storia potrebbe essere definita una storia d'amore ma non è solo questo è anche la storia di un'intera, malata, società vista dagli occhi di un "puro".
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0I ruggenti anni '20, 05-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
"Il grande Gatsby" è sicuramente il romanzo più celebre di Fitzgerald. Ambientato nella sfavillante Est coast americana nel suo periodo di massimo splendore, poco prima della grande crisi del 29, questo romanzo mette progressivamente in luce tutta la fragilità della società "rampante" americana.
Ritieni utile questa recensione? SI NO