€ 8.29
Prodotto non disponibile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Cronica de una Muerte Anunciada

Cronica de una Muerte Anunciada

di Gabriel Garcia Marquez


Prodotto non disponibile
  • Editore: Art Enterprise
  • Data di Pubblicazione: February 2008
  • EAN: 9788493496524
  • ISBN: 8493496529
  • Pagine: 00083
Created by teachers and writers, each title in this series provides a complete and thoughtful analysis of several of the most valuable works of world literature. Intended as a starting point for a better understanding and appreciation of literature, each analysis also imparts information about the author, the social and historical background, structure and traditions of literary genres, facts about characters, and a bibliography to encourage further intellectual exploration. Esta coleccion es una herramienta indispensable para el estudio y analisis de obras clasicas de la literatura universal. Los libros de formato agradable y presentacion moderna ofrecen un analisis critico, informacion sobre los personajes y los generos literarios, una bibliografia, y un compendio de la obra en particular junto a un estudio del autor y su epoca.

Note su Gabriel García Márquez

Gabriel José de la Concordia García Márquez, soprannominato Gabo nacque in una piccola città nel nord della Colombia, Aracataca, il 6 marzo 1927.
Primogenito dei sedici figli fu cresciuto dai nonni materni. In seguito alla morte del nonno, nel 1937, si trasferì a Barranquilla per studiare. Nel 1947, García Márquez si trasferì a Bogotá per studiare giurisprudenza e scienze politiche presso l'Universidad Nacional de Colombia, ma presto abbandonò lo studio a causa dello scarso interesse per quelle materie e si dedicò all'attività di reporter per il giornale "El Universal". Alla fine del 1949 si trasferì a Barranquilla per lavorare come opinionista e reporter a "El Heraldo". Su invito di Álvaro Mutis, nel 1954 García Márquez tornò a Bogotá, a lavorare a "El Espectador" come reporter e critico cinematografico. L'anno successivo trascorre alcuni mesi a Roma, dove seguì dei corsi di regia presso il Centro Sperimentale di Cinematografia, in seguito si trasferì a Parigi.
Come scrittore esordisce nel 1955, e nel 1968 dà alle stampe quella che viene universalmente riconosciuta come la sua opera più importante "Cent'anni di solitudine" romanzo che narra le vicende della famiglia Buendía a Macondo attraverso diverse generazioni. Nel 1982, venne insignito del Premio Nobel per la letteratura. Nei sui ultimi anni di vita fu colpito dalla malattia di Alzheimer e si spense qualche anno dopo, il 17 aprile 2014 all'età di 87 anni, per un problema respiratorio.

Altri utenti hanno acquistato anche: