€ 9.00
Fuori catalogo - Non ordinabile

Disponibile in altre edizioni:

A voce nuda
A voce nuda(2017 - brossura)
€ 10.00 € 8.50
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
A voce nuda

A voce nuda

di Michel Faber


Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Einaudi. Stile libero
  • Traduttore: Granato G.
  • Data di Pubblicazione: febbraio 2005
  • EAN: 9788806173487
  • ISBN: 8806173480
  • Pagine: 115
  • Formato: brossura

Trama del libro

Un castello gotico nel bel mezzo di una foresta. Un gruppo di eccentrici musicisti alle prese con una partitura estremamente complicata e con la convivenza forzata. Le tensioni sessuali tra i membri del gruppo rivelano in realtà una più profonda, segreta nevrosi, resa ancor più minacciosa dalla clausura. E una donna fragile, alla deriva, è affascinata da strane urla nella notte... L'autore di "Il Petalo cremisi e il bianco" (2003) e di "Sotto la pelle" (2004) è nato in Olanda e cresciuto in Australia. Ora vive nelle Highlands scozzesi.

I libri più venduti di Michel Faber:

Tutti i libri di Michel Faber

Voto medio del prodotto:  2.5 (2.5 di 5 su 2 recensioni)

1.0Non decolla, 09-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho trovato A voce nuda una vicenda scialba, con protagonisti appena tratteggiati e un'ambientazione interessante ma per niente valorizzata. Dalla trama mi aspettavo qualcosa di decisamente più interessante e invece ne è uscito un racconto scontato e privo di interesse, almeno per me. Nessuno dei personaggi è riuscito a emozionarmi e li ho trovati penosi, mentre l'atmosfera cupa e cinica del libro non mi ha lasciato altro che una pessimo umore. Insomma, una prova veramente goffa.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0A voce nuda, 07-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi piacerebbe parlarvi di questo libro molto interessante. Arduo definire romanzo questo racconto di un centinaio di pagine. Arditissimo paragonarlo, come si legge nella quarta copertina, a "Giro di Vite" di James. Nel complesso, a prescindere da tutto, un po' deludente, soprattutto considerato che è stato partorito dallo stesso autore de "Il petalo bianco e il cremisi".
Per carità, Faber resta sempre un maestro cesellatore delle emozioni e di come queste si riflettono sui volti, sugli ambienti, sulle cose. Le sue descrizioni fisiche ed emotive si vedono chiaramente come se passassero sulla pellicola di un film.
Ma in questo "A voce nuda" costruisce un pathos che poi finisce per risolversi troppo frettolosamente, e molti elementi restano inconclusi. La mutazione finale negli animi dei protagonisti, per quanto generata dalla morte di un compagno, non ha tuttavia in termini dell'intreccio una giustificazione sufficientemente costruita - e pertanto questa morte appare solo come un furbo escamotage per chiudere una situazione divenuta ingestibile.
Un buon materiale, quindi, che forse andava affrontato in modo diverso, magari in modo più ampio. Resta solo il piacere di abbeverarsi (sebbene in traduzione) alla prosa elegante dell'autore.
Ritieni utile questa recensione? SI NO