€ 59.50€ 70.00
    Risparmi: € 10.50 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€Scopri come
Viva Garibaldi. Un'odissea nel 1860

Viva Garibaldi. Un'odissea nel 1860

di Alexandre Dumas


Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: I millenni
  • A cura di: G. Pécout, M. Botto
  • Data di Pubblicazione: settembre 2004
  • EAN: 9788806165796
  • ISBN: 8806165798
  • Pagine: XL-505
  • Formato: rilegato
Alexandre Dumas riceve la notizia della partenza di Garibaldi alla volta della Sicilia alla testa di un migliaio di camicie rosse, mentre è a Genova, tappa del suo viaggio in Oriente. Senza esitare, lo scrittore decide di raggiungerlo per essere al suo fianco contro Francesco II. Da questo momento il libro si trasforma in un avvincente reportage che descrive gli avvenimenti nello stesso istante in cui diventano storia. Dumas, amico del generale, è un testimone d'eccezione: raccoglie testimonianze, assiste alle battaglie e alle trattative politiche; non esita ad agire in prima persona, contrabbandando armi e arruolando volontari; giunge persino a sfidare Francesco II e a condurre trattative segrete. Non racconta più la storia ma la fa.

Note su Alexandre Dumas

Alexandre Dumas (Villers-Cotterêts 1802 -Puys 1870) fu un drammaturgo e scrittore francese. Rimasto presto orfano del padre, non ebbe l’opportunità di seguire regolarmente gli studi. Poco più che ventenne si trasferì a Parigi, lavorò come cancelliere del Duca d’Orleans e diventò padre di Alexandre, anche egli futuro scrittore. Nel 1829 portò a teatro la sua prima pièce. Il successo, duplicato anche con il dramma “Christine”, gli permise di abbracciare totalmente la sua vocazione letteraria. Nel 1844 pubblicò “Il conte di Montecristo” e “I tre Moschettieri”, mentre l’anno seguente “La regina Margot”. Nel 1846 costruì un proprio teatro. L’esperienza però non funzionò e quattro anni dopo fu costretto a chiuderlo. Fu in seguito protagonista oculare della battaglia di Calatafimi e dell’ingresso di Garibaldi e della sua spedizione a Napoli. Divenne direttore del giornale garibaldino ”L’Indipendente”. Terminata la collaborazione, Dumas intraprese una serie di viaggi nell’Europa austro-asburgica e tedesca. Nel 1870 tornò a Parigi. Paralizzato da alcuni mesi, in dicembre Alexandre Dumas si spense nella casa del figlio.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Viva Garibaldi. Un'odissea nel 1860 acquistano anche Non erano Mille! Le memorie di Peppino Garibaldi rivisitate da un cronista poco attendibile di Alexandre Dumas € 15.20
Viva Garibaldi. Un'odissea nel 1860
aggiungi
Non erano Mille! Le memorie di Peppino Garibaldi rivisitate da un cronista poco attendibile
aggiungi
€ 74.70