€ 17.60€ 22.00
    Risparmi: € 4.40 (20%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Il tesoro greco. Il romanzo di Schliemann

Il tesoro greco. Il romanzo di Schliemann

di Irving Stone

  • Editore: Corbaccio
  • Collana: I grandi scrittori
  • Traduttore: Vassalle Squeo M.
  • Data di Pubblicazione: luglio 2013
  • EAN: 9788863806281
  • ISBN: 8863806284
  • Pagine: 579
  • Formato: brossura

PromozionePromozione Corbaccio
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Trama del libro

Figlio di un pastore protestante poverissimo, Heinrich Schliemann visse un'adolescenza difficile, ma lo studio, la tenacia e anni di duro lavoro gli consentirono di diventare un abile uomo d'affari, molto ricco. Il fascino esercitato dalle vicende mitologiche dell'"Iliade", di Priamo, Agamennone, Ettore e Achille, vicende che Schliemann amava leggere e su cui fantasticò per tutta la vita, fu tale che, a quarantasette anni, si dedicò ad un'impresa che nessuno avrebbe creduto realizzabile, per la quale combatté lo scetticismo, la derisione e le teorie di illustri dotti: recarsi nei luoghi dell'antica Grecia e ritrovare i resti di Troia. Al racconto di quella avventurosa ricerca si intreccia la storia d'amore che lo ha legato alla bella Sophia Engastromenos.

I libri più venduti di Irving Stone

Vedi tutti

Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 1 recensione)

5Tutto da leggere, 28-03-2012, ritenuta utile da 47 utenti su 101
di - leggi tutte le sue recensioni
Che tipo di uomo era Schliemann, l'archeologo dilettante che dimostrò l'esistenza di Troia e promosse i primi scavi di Micene e Argo? Non c'è dubbio, è innanzitutto un nome sui manuali scolastici, e non si pensa affatto che avesse una vita...
Ebbene, questo libro di Stone, scritto come un grande romanzo, costringe a ricredersi. Schliemann ebbe una vita, e che vita! Sposato, divorziato, convertito, non di rado capace di azioni moralmente degne di biasimo, capace anche di disonestà esplicite e di testardaggini deleterie. Ma come potrebbe un uomo tanto geniale e premiato nelle sue intuizioni rimanere nei limiti di un comportamento da "comune mortale"?
Non intendo con questa domanda retorica sostenere qualche inopportuna tesi superomistica. Vorrei invece suscitare interesse e curiosità verso una natura grande e, ahimè, piuttosto sregolata. Buona lettura, dunque. Il libro è bellissimo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO