€ 8.46€ 9.00
    Risparmi: € 0.54 (6%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Lo sguardo estraneo

Lo sguardo estraneo

di Herta Müller


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Sellerio Editore Palermo
  • Collana: La memoria
  • Traduttore: Rubino M.
  • Data di Pubblicazione: dicembre 2009
  • EAN: 9788838924668
  • ISBN: 883892466X
  • Pagine: 59
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

L'uomo dei servizi segreti lascia cadere la sua sentenza incongrua: gli incidenti stradali possono capitare". All'indomani la bicicletta e Herta sono investite. Lei non andrà più in bicicletta, i campi e le strade non le scorreranno più accanto e sotto. È solo il primo episodio di un racconto che intende esemplificare l'insediarsi dell'altro sguardo estraneo, quello della paura e della vigilanza: poi vengono gli episodi ulteriori, l'ustione ai capelli, l'adescamento dei profumi, le perquisizioni domestiche. Ma è anche, non so quanto deliberata, la metafora di un modo perduto d'essere, e dunque di pensare e raccontare e scrivere, in cui le cose scorrono, si succedono l'una all'altra piacevolmente e logicamente, seguono una musica continua. La scrittura di Herta è, al contrario, rotta e slegata (slegato è aggettivo decisivo, in lei), e non solo la scrittura, ma l'esistenza intera, le notti e i giorni. Sul suo spartito, il tempo è spezzato. Lo sguardo estraneo, nella varietà di nomi che l'hanno definito, è una solida categoria della letteratura e delle arti in genere: la battaglia di Waterloo vista con gli occhi di una cavalla ferita a morte, o il genere umano con quelli del vecchio trottatore pezzato Cholstomer, fino all'Effetto di straniamento teorizzato e praticato dal teatro di Brecht." (dalla Nota di Adriano Sofri)

Tutti i libri di Herta Müller

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Lo sguardo estraneo acquistano anche Il fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello € 8.46
Lo sguardo estraneo
aggiungi
Il fu Mattia Pascal
aggiungi
€ 16.92

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.7 di 5 su 3 recensioni)

4Dagli abissi del totalitarismo, 06-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Breve racconto con alcuni pensieri dell'autrice per spiegare in cosa consista il suo "sguardo estraneo", causato da anni di dittatura, terribili. Il linguaggio usato dalla Muller, soprattutto nelle pagine dedicate allo sguardo estraneo, è ossessivo e ripetitivo, tanto da ricordarmi Bernhard. L'analisi è lucidissima e chiara. Lascia parecchi pensieri in circolo a depositare nuove conoscenze che peseranno sul mio sguardo futuro. Sono una cinquantina di pagine molto intense e che prendono allo stomaco. Il mio personale consiglio è leggere la nota di Adriano Sofri (presente nella mia edizione) dopo aver letto il testo della Muller.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Lo sguardo estraneo, 29-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Sarò anche un ignorante in letteratura, ma mi sorprende che quest'autrice abbia vinto il nobel. In alcune parti, alcune frasi prende, avvince, ti fa star lì come quando ti danno un pugno sulla spalla, ma forte, non da amico. In altre, vaga tra le parole, ne perdo il filo, non seguo più. Poi ogni tanto, sulla pagina destra compare un collage di parole e disegni (fortunatamente con la traduzione in calce che si sa che il tedesco non è proprio il mio forte). E lì sono proprio fuori. Lo leggo, non lo capisco e soprattutto non ne capisco il legame con il resto. Ci sono momenti che il resto, quello che almeno capisco, scorre, ne percepisco l'andare, lo sforzo di comunicare questa sensazione di vuoto che si aveva un dì al di là del muro. Perché poi, nel mio inconscio, ruota tutto lì. Alla vita insensata che si poteva vivere in un mondo insensato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4L'intenso sguardo non-familiare di Herta, 06-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Breve testimonianza di Herta Muller (poche decine di pagine) ma tanto, tanto intensa !
Di come gli 'occhi', codardi e totalitari, di un 'apparato' possano far mutare lo 'sguardo' che ogni individuo libero ha di sè, della propria vita, delle proprie cose.
Di come possa modificarsi tale percezione.
Ecco dunque che 'lo sguardo' da familiare diviene 'estraneo', ossia non-familiare, non-consueto.
Per sopravvivere.
Il tutto accompagnato, secondo la ormai consueta interpretazione di Herta Muller, da versi che si susseguono incessantemente intrecciandosi con la prosa: un doppio piano di lettura.
Da leggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Prodotti correlati

Gli altri utenti hanno acquistato anche...

Ultimi prodotti visti