€ 15.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
La scienza e l'ipotesi. Testo francese a fronte

La scienza e l'ipotesi. Testo francese a fronte

di Jules-Henri Poincaré


  • Editore: Bompiani
  • Collana: Testi a fronte
  • A cura di: C. Sinigaglia
  • Data di Pubblicazione: marzo 2003
  • EAN: 9788845292361
  • ISBN: 8845292363
  • Pagine: XXXIX-386
Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

"La scienza e l'ipotesi" (1902) è il capolavoro di Henri Poincaré (1854-1912), il giovanissimo matematico e fisico cui si deve tra l'altro, ex aequo con Albert Einstein, la creazione della teoria della relatività. Genesi della geometria, natura dello spazio fisico, struttura del tempo e della materia, mondo inorganico ed evoluzione del vivente sono solo alcuni temi toccati in questo testo chiave che rappresenta ancor oggi la migliore sintesi di quella filosofia convenzionalistica che se da una parte rivaluta l'apporto creativo della mente umana e la necessità dell'accordo scientifico (la convenzione), dall'altra fa proprie le ragioni di qualsiasi buon empirismo capace di valorizzare esperimento e osservazione.

I libri più venduti di Jules-Henri Poincaré

Tutti i libri di Jules-Henri Poincaré

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 2 recensioni)

4L'ultimo dei grandi matematici , 06-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
In questo saggio divulgativo - pubblicato nel 1902 - Poincaré esamina il concetto di spazio in relazione allo evolversi delle geometrie non-euclidee, la filosofia della matematica e alcuni argomenti chiave della fisica di fine ottocento: la probabilità, l'elettrodinamica, la materia. Un classico senza tempo per coloro che sono interessati alla storia e alla crescita del pensiero scientifico.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5La scienza e l'ipotesi., 08-07-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Fu uno dei maggiori matematici a cavallo tra 800 e 900. Il saggio, pur parlando di cose tutt'altro che banali, è di una chiarezza di esposizione e linearità di ragionamento sbalorditive. Vengono chiariti una volta per tutte molti aspetti e problemi che la gente comune, ma non solo, ha nei confronti delle scienze. Vengono posti dei chiari limiti a ciò che va inteso come scienza e ciò che invece esula dalla scienza propriamente detta, e che quindi al limite potrebbe rientrare nel campo della metafisica. I problemi e gli esempi affrontati da Poincarè sono di natura prettamente matematica (come la geometria) e fisica (forze, energia, calore, elettromagnetismo, ecc). Da ogni singola pagina di questo saggio traspare con forza il fatto che ha scriverlo non è stato una persona comune ma un vero e proprio genio, uno dei più grandi matematici e fisici che si interrogava però su quali dovessero essere le fondamenta su cui si può costruire il complesso dell'edificio delle scienze. Data la chiarezza dell'esposizione il libro risulta inoltre di gradevolissima lettura (ovviamente da un pubblico che abbia una certa formazione scientifica). Assolutamente da leggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO