€ 11.52€ 12.00
    Risparmi: € 0.48 (4%)
Normalmente disponibile in 10/15 giorni lavorativi
Consegna prevista dopo Natale In ritardo con i regali? Scopri i nostri Buoni Regalo da stampare o da inviare per e-mail.

Disponibile in altre edizioni:

Il re del magazzino
Il re del magazzino(2003 - rilegato)
€ 16.00
Normalmente disponibile in 23/28 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Il re del magazzino

Il re del magazzino

di Antonio Porta


Normalmente disponibile in 10/15 giorni lavorativi

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

Pubblicato dalla Mondadori per la prima volta nel 1978, Il re del magazzino, di Antonio Porta, è presentato come “romanzo”. La situazione di partenza è quella classica del manoscritto ritrovato: in un piccolo magazzino di una cascina diroccata della campagna lombarda, in un fustino di cartone accanto a un cadavere si trovano dei fogli, è una specie di diario in prima persona. Nei trentadue giorni che hanno preceduto la sua fine, l'uomo ha cercato di descrivere sia quanto lo circondava, sia il mondo e la vita vissuti in precedenza: verità e passato, presente e immaginazione si fondono e confondono mescolando il già visto, il pensato, il solamente sognato di una vicenda che si rivela presto senza uscita. Ritroviamo in queste note talune situazioni tipiche e persino la cronaca di quegli anni, paure e aspirazioni umane e sociali di cui oggi possiamo prevedere le conclusioni, la tragicità come l'inconsistenza. Tutto quanto è visto alla luce di una solitudine feroce, dopo la catastrofe che presumibilmente ha determinato la scomparsa di gran parte dell'umanità in un mondo il cui problema sembra essere la totale mancanza di energia. Il racconto di ciò che ha fatto, pensato e ricordato nei trentadue giorni che precedono la sua inevitabile fine è inframmezzato da 30 lettere in forma di poesia, che il narratore in prima persona scrive per i figli ma che non spedirà mai. Sono lettere che riprendono il vissuto e gli accadimenti di quell'anno (1976) in cui sono scritte, e sembrano coinvolgere emotivamente non solo il protagonista della storia, ma lo scrittore stesso, l'Antonio Porta che abbiamo conosciuto e stimato come scrittore di un'epoca precedente l'attuale. Leggendo, o rileggendo questo testo poco comune, si ripercorrono dunque la storia, le passioni, le ambizioni, le trasformazioni di un tempo che abbiamo vissuto e scontato.

I libri più venduti di Antonio Porta

Tutti i libri di Antonio Porta


Prodotti correlati

Ultimi prodotti visti