€ 11.90€ 14.00
    Risparmi: € 2.10 (15%)
Disponibilità immediata solo 1 pz.
Ordina entro 17 ore e 40 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo martedì 20 agosto Scopri come
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Questo è il mio sangue. Manifesto contro il tabú delle mestruazioni

Questo è il mio sangue. Manifesto contro il tabú delle mestruazioni

di Élise Thiébaut


Disponibilità immediata solo 1 pz.
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Super ET. Opera viva
  • Traduttore: Botto M.
  • Data di Pubblicazione: giugno 2019
  • EAN: 9788806236090
  • ISBN: 8806236091
  • Pagine: 216

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Perché ancora oggi le mestruazioni sono un argomento di cui ci si vergogna, che discrimina le donne? Perché per definirle usiamo perifrasi come «Ho le mie cose», «Sono indisposta», «Ho il ciclo»? Perché ci imbarazza cosí tanto il modo in cui funzionano i nostri corpi? E se fossero gli uomini ad averle? Per quasi quarant'anni, ossia per circa 2400 giorni, le mestruazioni accompagnano la vita di ogni donna. Eppure rimangono un argomento circondato da silenzio e vergogna. Perché abbiamo tanta paura di un processo naturale che ci permette di dare la vita? Come mai ci affrettiamo a nascondere nella borsa gli assorbenti quando capita di tirarli fuori per sbaglio? Perché bisbigliamo «mestruazioni» mentre siamo pronti a gridare insulti di ogni tipo? Mescolando antropologia, storia, ecologia, medicina ed esperienza personale, Élise Thiébaut affronta un argomento delicato e insospettabilmente accattivante, riuscendo con la sua prosa vivace a dimostrare quanto sia complesso il principale protagonista della vita femminile. E quanto le superstizioni, le leggende, i non detti, abbiano influito per secoli sulla discriminazione delle donne. Chiaro, scientificamente accurato, "Questo è il mio sangue", oltre a essere un viaggio alla scoperta di un fenomeno naturale come mangiare, bere, dormire, fare l'amore, è anche un manifesto della rivoluzione mestruale in atto. Perché parlare apertamente di mestruazioni significa, per ogni donna, accedere a una nuova consapevolezza di sé, del proprio corpo e della propria identità.