€ 9.40€ 10.00
    Risparmi: € 0.60 (6%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
La parola e la bomba

La parola e la bomba

di Hanif Kureishi


  • Editore: Bompiani
  • Collana: PasSaggi
  • Traduttore: Cotroneo I.
  • Data di Pubblicazione: agosto 2006
  • EAN: 9788845257223
  • ISBN: 8845257223
  • Pagine: 141
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

In questo suo nuovo libro, Kureishi presenta il suo punto di vista sul tema dell'Islam estremista in contrapposizione al liberalismo occidentale. Innanzitutto, la sua esperienza di anglo-pakistano, vittima del razzismo a Londra negli anni Sessanta, affascinato dalle opere di Baldwin e di altri scrittori neri americani, ma sospettoso nei confronti dei movimenti più radicali come quelli di Malcolm X e Elijah Muhammad. E ancora: una visita alle moschee londinesi; un'analisi dei pregiudizi delle scuole fondamentaliste, basate sulla rigida divisione fra maschi e femmine; il confronto-scontro tra un padre ossessionato dalla sua stessa rigidità mentale e un figlio che ha sposato le tesi integraliste. Di fronte a tutto ciò Kureishi assume una posizione di nettissima condanna, pur avendo nello stesso tempo il coraggio di coglierne le ragioni, risalendo fino al passato coloniale dell'Occidente e soffermandosi sul vuoto ideologico lasciato dal crollo dei regimi socialisti.

I libri più venduti di Hanif Kureishi

Tutti i libri di Hanif Kureishi

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 1 recensione)

4La parola e la bomba, 25-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un saggio davvero molto ben scritto, approfondito quanto basta e che tocca temi molto delicati. Kureishi ti fa capire che il colonialismo c'è ancora, e ci sarà sempre, finché l'economia sarà la tenaglia che piega e deforma una cultura.
Così, dalle culture ridotte a ridicolo parossismo, nascono i fondamentalismi, ché l'humus non manca, e infatti il nostro Occidente non ne è esente. Si sa.
Una riflessione, dicevo, attenta sulle dicotomie facili, sulle stratificazioni culturali molteplici di questo nostro mondo, e sulla confusione che fa da colonna sonora di questo rimescolìo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti