€ 10.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Il nuovo disordine mondiale. Le riflessioni di un cittadino europeo

Il nuovo disordine mondiale. Le riflessioni di un cittadino europeo

di Tzvetan Todorov


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Garzanti Libri
  • Collana: Saggi
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2003
  • EAN: 9788811600350
  • ISBN: 8811600359
  • Pagine: 128
Tzvetan Todorov esamina l'attuale situazione geopolitica mondiale, alla luce degli ultimi avvenimenti, dall'11 settembre alla guerra in Iraq, la posizione americana e le reazioni dell'Europa. Smonta diversi luoghi comuni, partendo spesso dall'analisi del linguaggio utilizzato da politici e media: mette sotto la lente termini come 'superpotenza', 'imperalismo', 'lotta del bene contro il male', 'guerra umanitaria'. Nell'ultima parte del volume, Todorov individua i fondamenti di una possibile politica estera europea: parte da alcuni valori quali razionalità, giustizia, democrazia, libertà individuale, laicismo, tolleranza per giungere alla loro applicazione pratica nell'attuale scenario mondiale.

Note su Tzvetan Todorov

Tzvetan Todorov è nato a Sofia, in Bulgaria, il 1 marzo del 1939. Dopo aver conseguito il diploma nel 1963 si è trasferito a Parigi. Nella capitale francese ha studiato Filosofia del linguaggio con Roland Barthes. Dopo la laurea, nel biennio 1967-1968 ha insegnato alla Yale University. Ricercatore presso il Centro Nazionale della Ricerca Scientifica, dall’83 all’87 ha diretto anche il Centro di Rcierca sulle Arti e il Linguaggio, con sede a Parigi. Visiting professor in alcune delle più prestigiose università del mondo, la sua ricerca si è concentrata su aspetti filosofici e antropologici, su tematiche quali i campi di concentramento nazisti e stalinisti. Ha inoltre approfondito le ragione della socialità dell’uomo. Saggista prolifico, Cvetan Todorov ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti per la sua attività in ambito culturale.