€ 16.15€ 17.00
    Risparmi: € 0.85 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibilità immediata
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Non dimenticare Dachau. I giorni del massacro e della speranza in un lager nazista

Non dimenticare Dachau. I giorni del massacro e della speranza in un lager nazista

di Giovanni Melodia


  • Editore: Ugo Mursia Editore
  • Data di Pubblicazione: 2006
  • EAN: 9788842535843
  • ISBN: 8842535842
  • Pagine: 246
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Non dimenticare Dachau. I giorni del massacro e della speranza in un lager nazista acquistano anche Elia una voce fuori dal coro. Porzus, 1944-45 di Eliano Quetri € 11.40
Non dimenticare Dachau. I giorni del massacro e della speranza in un lager nazista
aggiungi
Elia una voce fuori dal coro. Porzus, 1944-45
aggiungi
€ 27.55

Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 1 recensione)

5Non dimentichiamoli ami., 06-07-2011, ritenuta utile da 5 utenti su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Gli Alleati sono alle porte, forse la liberazione, ma continui trasporti di prigionieri da altri Lager riempiono ogni giorno le baracche putride e fatiscenti gia' stracolme, occorre fare spazio e le SS uccidono ancora. Ogni giorno miglia di detenuti vanno a morire scortati da SS in fuga che non si dimenticano di massacrare, l'ordine da Berlino e' chiaro: " nessun superstite, i morti non parlano, uccideteli tutti". Le poche SS rimaste in Dachau distruggono le prove dei loro crimini, i domunenti che li compromettono, e nel frattempo stilano sempre nuove liste di prigionieri da uccidere immediatamente. Manca il rigoroso ordine del Lager, i Krematori non lavorano piu' , migliaia di cadaveri ovunque in decomposizione, i prigionieri sospettano, e' la liquidazione dell'intera popolazione del campo. Ma come reagire, come difendersi? Un miracolo, semplicemente il mal tempo, un fortissimo acquazzone e i detenuti in fila per la morte riescono a nascondersi. Arrivano gli Alleati e liberano il campo, si presentano le mostruose scene di tutti i campi di sterminio nazisti, e arrivano le prime vendette a danno delle bestie SS. I primi soccorsi ai deportati, ma per moltissimi giunti troppo tardi il Lager li ha sconfitti. Aiuti umanitari ma non per gli Italiani, ancora ingiuriati, traditori alleati dei nazisti. L'Italia si e' volutamente dimenticata di loro e il rimpatrio dei connazionali non e' previsto. Quanti Italiani morirono nei Lager perche' antifascisti, perche' socialisti, perche' preti cattolici o semplicemente perche' Italiani?
Ritieni utile questa recensione? SI NO