€ 14.87€ 17.50
    Risparmi: € 2.63 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Non aspettarmi vivo. La banalità dell'orrore nelle voci dei ragazzi jihadisti

Non aspettarmi vivo. La banalità dell'orrore nelle voci dei ragazzi jihadisti

di Anna Migotto, Stefania Miretti


Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi Stile Libero

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Gli sms che i giovanissimi jihadisti scrivono alla mamma dalla Siria. Ciò che i loro padri sono disposti a fare per fermarli, o per riportarli indietro, anche a costo della vita. Lo smarrimento dei loro amici. Le promesse del radicalismo religioso, che con il linguaggio della modernità adesca sul web quelli che fino a un attimo prima erano studenti modello, musicisti trasgressivi, calciatori prodigio, ballerini di break dance, majorette vanitose, discotecari in fissa coi marchi alla moda, adolescenti affettuosi. Il contagio islamista sembra essersi diffuso come una malattia esantematica, finché il paradiso non è diventato la destinazione ambita da molti ventenni in cerca di un posto nel mondo. Migotto e Miretti scrivono un libro pieno di inedite testimonianze. Un viaggio crudo e scioccante nella quotidianità e nell'immaginario dei ragazzi sedotti da Da'ish, per scoprire che il paesaggio svelato è insieme esotico e ben più familiare del previsto.

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Non aspettarmi vivo. La banalità dell'orrore nelle voci dei ragazzi jihadisti acquistano anche Tutti i colori del nero. Moda e cultura nell'Italia del Cinquecento di Amedeo Quondam € 18.24
Non aspettarmi vivo. La banalità dell'orrore nelle voci dei ragazzi jihadisti
aggiungi
Tutti i colori del nero. Moda e cultura nell'Italia del Cinquecento
aggiungi
€ 33.11

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 1 recensione)

4Buon libro... Profondo, 06-01-2018
di - leggi tutte le sue recensioni
Ottimo libro, argomento impegnativo trattato e scritto bene. Alla lunga alcuni argomenti e ragionamenti si ripetono ma nel complesso ottimo lavoro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO