€ 14.45€ 17.00
    Risparmi: € 2.55 (15%)
Disponibilità immediata solo 1pz.
Ordina entro 5 ore e 26 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo venerdì 20 luglio Scopri come

Disponibile in altre edizioni:

I monologhi della vagina
€ 13.00 € 12.22
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
I monologhi della vagina

I monologhi della vagina

di Eve Ensler


Disponibilità immediata solo 1pz.
  • Editore: Il Saggiatore
  • Collana: La cultura
  • Traduttori: Bignardi M., Barberis S.
  • Data di Pubblicazione: maggio 2018
  • EAN: 9788842824640
  • ISBN: 884282464X
  • Pagine: 174
  • Formato: brossura
  • Ean altre edizioni: 9788843802180, 9788851523633, 9788856500233

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Nel 1998 Eve Ensler ha portato in scena I monologhi della vagina, uno spettacolo tratto dalle numerose interviste con donne di ogni età, razza, religione e classe sociale. Questo spettacolo è diventato un libro che ha rivoluzionato il mondo femminile. Con humour trasgressivo, in queste pagine è la vagina a prendere la parola per raccontare e raccontarsi attraverso monologhi seri, divertiti, fantasiosi o drammatici: dall’anziana signora che a settant’anni scopre l’orgasmo multiplo in una vasca da bagno, passando per ragazze curiose, professioniste del piacere e severe manager in tailleur.

Voto medio del prodotto:  0 (0 di 5 su 0 recensioni)

5Da leggere assolutamente!, 12-08-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Una serie di storie sconvolgenti, commuoventi, coinvolgenti ed emozionanti; Eve Ensler, in questo libro ormai diventato un cult, cerca di muovere le coscienze, creando un vero e proprio movimento a favore dei diritti delle donne di tutto il mondo.
A mio parere sarebbe un'utile lettura per le scuole, per insegnare ai ragazzi il senso di rispetto nel senso più ampio del termine.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Da portare a teatro regolarmente, 19-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo testo è una raccolta di storie, dichiarazioni, nozioni che delineano e presentano l'idea e il concetto di vagina, non solo come parte del corpo, ma piuttosto come entità a se stante, come voce parlante in nome della donna stessa. L'idea nasce da una giornalista che recupera, tramite interviste, ricerche e incastrandoci anche il frutto della propria fantasia, storie di donne e del loro corpo. All'inizio l'idea era solo quella di creare una sorta di documentario, poi invece il testo è stato oggetto di numerose riduzioni teatrali (la prima in assoluto è stata quella proposta dall'autrice stessa).
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3I monologhi della vagina, 02-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi aspettavo un testo comico...chissà perchè nella mia immaginazione la vagina è una monologhista spiritosa, con un sentore di amarezza nella voce; potrei giustificarmi dicendo che ognuno può idealizzare la vagina come meglio crede ma non avrebbe senso.

L'obiettivo di questi monologhi è insegnarci a pensare e a parlare della vagina, senza vergogna, imparare a conoscerla come una parte del nostro corpo e non come un misterioso estraneo che si nasconde nelle segrete della nostra intimità!
Devo ammettere che il suono della parola non aiuta a farci amicizia: vagina suona piuttosto male, non che pene suoni meglio, però il peggiore dei due - linguisticamente parlando - è toccato a noi, mie care signore!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5A chi fa cantare le vagine, 14-07-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi sono avvicinata a questo libro in maniera teatrale, perché così i monologhi sono nati e me ne sono innamorata. I monologhi sono talvolta crudi, talvolta divertenti, talvolta arrabbiati. Sempre intelligenti, arguti, originali. Danno una nuova immagine della donna, la ribaltano, ne riscoprono il valore come essere singolo al di là degli uomini. La vagina centro dell'universo, da far cantare, da amare e rispettare senza vergognarsi più di pronunciarne il nome. Molto interessante, alla fine del libro, il percorso che l'autrice fa su come è nato il movimento del V-Day e come uomini e donne si battano contro la violenza sulle donne.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti