€ 4.61€ 4.90
    Risparmi: € 0.29 (6%)
Disponibilità immediata solo 1pz.
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Il mondo come volontà e rappresentazione. Ediz. integrale

Il mondo come volontà e rappresentazione. Ediz. integrale

di Arthur Schopenhauer


Disponibilità immediata solo 1pz.
Ordina entro 3 ore e 26 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo giovedì 23 novembre   Scopri come
  • Editore: Newton Compton
  • Collana: I MiniMammut
  • Traduttore: Giani G. C.
  • Data di Pubblicazione: aprile 2015
  • EAN: 9788854175020
  • ISBN: 8854175021
  • Pagine: 543
  • Formato: rilegato
  • Ean altre edizioni: 9788854123830

Descrizione del libro

La comprensione metafisica del mondo è possibile, secondo Schopenhauer, non attraverso l'esperienza sensibile, giacché il fenomeno è pura apparenza o "rappresentazione", ma attraverso la "volontà", che consente di conoscere il noumeno. Una sorta di dualismo tra la dimensione di apparenza delle cose e la sostanza delle stesse: al fondo delle teorie di Schopenhauer risiede una vena di pessimismo, poiché l'uomo incessantemente tende alla conoscenza infinita, e subisce incessantemente la frustrazione di questo desiderio. La vita è solo una faticosa battaglia per l'esistenza, costellata di dolore e noia. L'arte e in particolare la musica - è il solo antidoto che consenta all'uomo di contemplare l'universale, seppure in maniera effimera. Introduzione di Marcella D'Abbiero.

Tutti i libri di Arthur Schopenhauer

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Il mondo come volontà e rappresentazione. Ediz. integrale acquistano anche Così parlò Zarathustra. Ediz. integrale di Friedrich Nietzsche € 3.90
Il mondo come volontà e rappresentazione. Ediz. integrale
aggiungi
Così parlò Zarathustra. Ediz. integrale
aggiungi
€ 8.51

Voto medio del prodotto:  0 (0 di 5 su 0 recensioni)

5Siamo tutti... Delle rappresentazioni di Dio! , 30-01-2012, ritenuta utile da 5 utenti su 6
di - leggi tutte le sue recensioni
... Esistono il fenomeno e il noumeno kantiani,
il fenomeno e' per Schopenhauer la rappresentazione o il manifestarsi di un
ente
nelle dimensioni dello spazio e del tempo, il noumeno e' al cosa in se'
ossia
la volonta' la cui oggettita' o farsi oggetto e' la manifestazione
fenomenica
della cosa. Noi non siamo altro che delle esplosioni pirotecniche della
volonta' , facciamo il botto e la luce e finiamo come rappresentazione spazio
temporale, ma la volonta e' atemporale e aspaziale e c'e' sempre, sarebbe
Dio
per Schopenhauer o l'Idea di Platone, o l'aria, acqua, terra e fuoco degli
antichi Greci. La volonta' decide di manifestarsi, di oggettivarsi, e noi
non
ne siamo che succubi e sottoposti e una sua effimera manifestazionei, essa
e'
una forza dirompente e incontrastabile, anche quando abbiamo l'illusione di
dominarla non ne siamo che succubi.
X Leggere il libro di Schopenhauer bisogna conoscere la storia della
filosofia
almeno fino al suo tempo meglio se anche fino alla filosofia contemporanea,
e
penso che oggi tutti abbiamo questa conoscenza che abbiamo ricavato a scuola
studiando la letteratura, la matematica e la filosofia, basta farla risalire
a
galla come il bolo delle vacche ruminanti, cosi' la memoria dal basso
cervello
alla corteccia celebrale. Il libro "Il mondo come volonta' e
rappresentazione"
non fa altro che fare una immane serie di ragionamenti per spiegare e
giungere
a spiegare sempre lo stesso concetto che e' racchiuso nel titolo, e' una
ripetizione continua in tutte le salse della stessa pietanza filosofica, il
concetto e' come una porchetta sul girarrosto: gira e rigira finche' e' ben
cotto e pronto per tutti! Bisogna avere una forte autostima nello studio,
se
uno e' depresso o ha una qualche situazione deprimente come mancanza di
soldi,
poverta' , scarsa autostima, repressione sessuale, scarsa relazionalita' ,
introversione e chiusura, non puo' rendere molto allo studio, se uno vuole
studiare bene deve avere anche molta prosocialita' cioe' capacita' di ascolto
e
apprendimento differito non solo diretto dal docente, ma anche collaterale
relazionale con i compagni, dall'ascolto degli altri si impara molto, anzi
moltissimo!
Per Schopenhauer la volonta' e' dio! L'uomo e' creato da dio, e' l'oggettivarsi della volonta!
Siamo dei fenomeni, delle rappresentazioni di dio!(Rocco Saladino - Potenza - 30 gennaio 2012)
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5La volontà, 25-07-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Un affresco sconcertante quello che Schopenhauer dipinge: il mondo è una nostra rappresentazione ed è mosso dalla cieca volontà che non ha alcun fine se non quello di affermare se stessa. Un autore difficile ma indispensabile se si vuole allargare la propria prospettiva della realtà e soprattutto se si vogliono comprendere alcuni aspetti delle correnti filosofiche successive.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4La filosofia per capire il mondo., 09-07-2011, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro immancabile nella biblioteca di un appassionato di filosofia. Il testo racchiude in sé l'essenza del pensiero di Schopenhauer, screditato dai contemporanei, ma alla base del mondo moderno. Indispensabile per lo studio di autori come Nietzsche, che definirà Arthur Schopenhauer suo maestro. Il testo potrebbe risultare complesso in alcune sezioni, vivamente consigliata è perciò la lettura preliminare dell'introduzione di Marcella D'Abbiero (davvero ben curata) .
Ritieni utile questa recensione? SI NO