€ 15.00
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Attualmente non disponibile, ma ordinabile (previsti 10/15 giorni lavorativi)
Effettua l'ordine e cominceremo subito la ricerca di questo prodotto. L'importo ti sarà addebitato solo al momento della spedizione.
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Il linguaggio della salute. Come migliorare la comunicazione con il paziente

Il linguaggio della salute. Come migliorare la comunicazione con il paziente

di A. Lucchini (a cura di)

  • Editore: Palestra della Scrittura
  • A cura di: A. Lucchini
  • Data di Pubblicazione: 2012
  • EAN: 9788897259022
  • ISBN: 8897259022
  • Pagine: 216
  • Formato: brossura
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

"Che intendeva il dottore?" Perché l'infermiere mi ha detto quella cosa?" Che diavolo c'è scritto sulla ricetta?" Stranieri a colloquio: dialogo sempre difficile quello tra mondo sanitario e paziente. E non è solo questione di parole difficili. Manca il tempo per spiegare. Spesso il malato non vuole sapere. E a volte il medico non vuole che capisca. Per non parlare del lato emotivo: comprendere, condividere, cercare le parole. C'è da sfinirsi. Questo libro vuole dimostrare che la consapevolezza del linguaggio aiuta sia gli operatori della sanità, sia i pazienti e i loro famigliari, a raggiungere l'obiettivo comune: la salute.

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Il linguaggio della salute. Come migliorare la comunicazione con il paziente acquistano anche Dialogare bad news. Come, dove, quando, se. Un metodo per comunicare cattive notizie a pazienti e famigliari di Chiara Lucchini € 14.25
Il linguaggio della salute. Come migliorare la comunicazione con il paziente
aggiungi
Dialogare bad news. Come, dove, quando, se. Un metodo per comunicare cattive notizie a pazienti e famigliari
aggiungi
€ 29.25

Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 1 recensione)

5Ottimo, 16-07-2015, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Non è possibile non comunicare, e noi infermieri dobbiamo essere pronti nel comunicare. Dal codice deontologico traiamo che "l'infermiere ascolta, informa, coinvolge la persona e valuta con la stessa i suoi bisogni assistenziali". Noi dobbiamo comunicare mediante la parola, e le parole che usiamo normalmente sono frutto di conoscenze proprie, contaminazioni culturali e abitudini. Le parole colpiscono e rinfrancano, deludono e consolano, operano positivamente o negativamente. Dobbiamo essere responsabili dell'assistenza attraverso i nostri modi di comunicazione e dobbiamo cercare, attraverso la parola, di far comprendere e far capire. Anche se molti studi su questo tema ci hanno insegnato che si può comunicare anche senza parole, con uno sguardo, un'espressione del volto, una stretta di mano o un abbraccio caloroso, l'uso delle parole rimane il sistema di comunicazione privilegiata per l'interscambio relazionale delle persone, e la comunicazione è il primo step per una buona terapia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO