€ 19.55€ 23.00
    Risparmi: € 3.45 (15%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Itabolario. L'Italia unita in 150 parole

Itabolario. L'Italia unita in 150 parole

di Massimo Arcangeli


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Carocci
  • Collana: Le sfere
  • Data di Pubblicazione: marzo 2011
  • EAN: 9788843057054
  • ISBN: 8843057057
  • Pagine: 310
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Centocinquanta brevi schede, una per ciascuno degli anni compresi fra il 1861 e il 2010, intitolate a una voce rappresentativa dell'anno di riferimento. Centocinquanta parole o espressioni chiave attraverso le quali, in occasione del centocinquantenario della proclamazione del Regno d'Italia, ripercorrere o ricostruire tappe e momenti centrali della storia linguistica, culturale e sociale della nazione. Parole o espressioni che fotografano il paese per temi, aspetti, oggetti portanti della sua storia unitaria o raccontano di cambiamenti di grande importanza o impatto emotivo per la collettività; di nuove realtà e ideologie, nuove mode e tendenze, nuovi costumi e comportamenti, nuovi movimenti artistici e letterari; di invenzioni epocali e decisive scoperte. E non potevano certo mancare i tratti "originali", inconfondibili o stereotipici, dell'italianità; tratti distintivi del carattere piuttosto che dell'identità dei nostri connazionali.

Tutti i libri di Massimo Arcangeli

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 1 recensione)

4Itabolario. L'Italia unita in 150 parole, 25-09-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Ottima edizione, ne ho apprezzato sopratutto l'ampia bibliografia finale. Sostenuto da una rete di collaboratori di primo livello, Arcangeli consegna un'opera gradevole e stimolante. Più convincente è la memoria legata alla dimensione microstorica si veda la deliziosa voce sul "caffè", un po' meno la ricostruzione linguistica degli eventi della grande storia per esempio, chi ricorda il "movimento" del '77 avrebbe da ridire sul modo in cui si dà conto di quel che accadde e di come si parlava in quegli ambienti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti