€ 10.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Disponibile in altre edizioni:

Ieri
Ieri(2016)
€ 10.00 € 9.00
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Ieri

Ieri

di Agota Kristof


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Einaudi
  • Collana: L'Arcipelago Einaudi
  • Traduttore: Lodoli M.
  • Data di Pubblicazione: settembre 2002
  • EAN: 9788806164133
  • ISBN: 8806164139
  • Pagine: 96

Trama del libro

Tobias Horvath è un emigrato, ogni suo giorno scorre nella quotidiana lentezza dell'abitudine e della ripetizione di gesti vuoti. Ha trascorso l'infanzia nella miseria, all'ombra della madre che era la ladra, la mendicante, la prostituta del paese. Quando, tra i molti che vedeva entrare e uscire di casa, ha scoperto chi era suo padre, Tobias ha preso un lungo coltello e glielo ha affondato nella schiena.

I libri più venduti di Agota Kristof

Tutti i libri di Agota Kristof

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 2 recensioni)

5Magnifico e doloroso, 09-12-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
"Ieri" è un libricino di un centinaio di paginette, dense, densissime, e dalla storia di TobiasSandor si possono distillare moltissimi spunti: lo spaesamento proprio dell'immigrato, il senso dello scrivere ( anche Sandor non scrive nella lingua nativa, proprio come l'autrice) , l'infanzia e il sogno dell'amore come "promesse" e attesa di felicità, tradite, ovvio, dagli accidenti della vita.
Però si respira un'aria troppo carica di tristezza e di vuoto. Dalla penna della Kristof fuoriesce solo inchiostro nero, dolore allo stato liquido.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Ieri., 10-11-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Agota Kristof è la perfezione narrativa. Per questo suo lungo racconto le stelle sono quasi quattro, di poco sotto la Trilogia che è il suo immenso e inarrivabile capolavoro.
Anche in queste pagine mi sono persa, incantata dall'uso delle parole, dall'abilità della Kristof nel miscelare lucidamente il reale all'immaginario con il suo stile essenziale, spigoloso, asciutto ma infinitamente rigoglioso di suggestioni magnetiche anche nelle parti più crude. Un grido di desolazione e di smarrimento, un incantesimo poetico!
Ritieni utile questa recensione? SI NO