€ 9.40€ 10.00
    Risparmi: € 0.60 (6%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Guida del soldato in Sicilia

Guida del soldato in Sicilia

 


  • Editore: Sellerio Editore Palermo
  • Collana: La memoria
  • Traduttore: Bertoloni Meli D.
  • Data di Pubblicazione: luglio 2013
  • EAN: 9788838930898
  • ISBN: 8838930899
  • Pagine: 83
  • Formato: brossura
Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Il 9 luglio del 1943 iniziava l’operazione Husky, lo sbarco angloamericano in Sicilia, la più grande operazione anfibia che mai fosse stata tentata nella storia. Alla vigilia dello sbarco il generale Eisenhower, comandante in capo, fece consegnare a ciascuno dei 450.000 soldati americani questa Guida introdotta da un suo testo di incoraggiamento: «Il compito è difficile - scriveva - ma il vostro valore, il vostro coraggio e la vostra dedizione al dovere avranno successo».
Nel libretto si dà una sommaria descrizione della Sicilia, si racconta la storia, si parla di invasori e conquistatori che si sono succeduti in tutte le epoche, compresi gli italiani, gli ultimi che «hanno dominato l’isola». Abbondano le raccomandazioni igieniche con l’elenco delle possibili malattie, e si consiglia l’uso del prezioso vocabolario di parole o frasi utili con relativa pronunzia con l’avvertenza però che la parlata locale si differenzia dall’italiano corrente. Si descrivono montagne e fiumane, si ragiona di analfabetismo e di livello di vita straordinariamente basso; si suggerisce di non consumare l’acqua, che sa di gesso, di zolfo, di sale e risulta «imbevibile per tutti fuorché per gli abitanti del luogo» e si prepara il soldato allo scirocco. Non manca un piccolo manuale su feste e santi protettori, moralità («il siciliano è noto per l’estrema gelosia nei confronti delle donne») e uso del coltello, sulla criminalità «altamente organizzata», ma anche abitudini alimentari.
Diversamente dal tono che dovevano avere opuscoli del genere, in questa Guida la Sicilia non sembra nemica; si ha anzi l’impressione che vi circoli una certa malinconia e un certo rispetto per l’avversario.

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 1 recensione)

4Abbastanza buono, 28-01-2017, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Il libro è veramente molto piccolo, un vero formato tascabile. è la traduzione in italiano del libro "Solders guide to Sicily" scritto nel 1943 dai servizi segreti alleati prima dello sbarco in sicilia come guida, appunto, per i soldati che si apprestavano allo sbarco. è interessante vedere quanti pregiudizi esistessero ( e purtroppo molti di questi esistono ancora oggi) sui siciliani e per estensione sugli italiani che vivono nelle regioni del sud. Come dice lo stesso Camilleri nella sua prefazione a questo testo: se togliessimo il nome Sicilia, siciliani e i nomi delle città sicule e li sostituissimo con Sardegna, Calabria, etc nessuno si accorgerebbe della differenza perchè sono veramente solo un elenco di pregiudizi piuttosto che una guida vera e propria. Probabilmente l'unica cosa che sarebbe potuta essere utile ai soldati è la parte in cui ci sono delle indicazioni sul siciliano (inteso come lingua non come abitante) , peccato però che le prime linee americane avessero per lo più italoamericani di origine siciliana, che quindi erano già perfettamente o quasi in grado di esprimersi in siciliano
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti