€ 14.10€ 15.00
    Risparmi: € 0.90 (6%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Come un gufo tra le rovine

Come un gufo tra le rovine

di Filippo Ceccarelli


  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: Serie bianca
  • Data di Pubblicazione: gennaio 2013
  • EAN: 9788807172472
  • ISBN: 880717247X
  • Pagine: 278
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Il teatrino del Belpaese durante la Seconda repubblica è rappresentato con acuta ironia da Filippo Ceccarelli in il Come un gufo tra le rovine. Tutti puntano il dito contro Berlusconi, il principe dei raccontastorie, delle battute fuori luogo, dei processi, ma per l’autore del saggio il problema è l’Italia stessa, la sua trasformazione in una parodia di se stessa, la sua cultura diventata solo astratta dimostrazione di sapere e nulla di più. Con attento lavoro giornalistico ed editoriale, Ceccarelli ha seguito negli anni l’evolversi della politica e del ritratto del Paese annotando frasi di giornali, di blog, ascoltando trasmissioni radiofoniche o assurde trasmissioni televisive. Ci si guarda allo specchio in Come un gufo tra le rovine perché in questo quadro complessivo emergono piccole verità e piccoli aspetti del vivere quotidiano che riguardano tutti noi e che comprendono ormai l’individuo oltre che la società. Il cosiddetto berlusconismo si è infiltrato in tutti i rami della vita e ci riguarda più della politica, più delle tasse, più della tv. L’Italia è una commedia farsesca in cui Arlecchino e Pantalone se la raccontano e la raccontano a chi li guarda, li ascolta e persino li vota. Nessun personaggio esce con gloria da questo saggio perché gli eventi, i fatti, le battute, le figuracce, le offese fatte da ognuno di loro sono talmente tante che Ceccarelli potrebbe prodigarsi in numerosi seguiti del libro. Sono ricordi che vorremmo cancellare, ma che invece dobbiamo ricordare e che l’autore ci riporta alla memoria con un humour nero, dissacrante e senza pietà, che fa sorridere amaramente. L’Italia cambia faccia sia esteticamente con un paesaggio deturpato sia moralmente con un’assenza di principi e di etica che non si ricordano nemmeno nei tempi più oscuri del Medioevo. Come un gufo tra le rovine è da tenere nel comodino per una sorta di memoir sul come siamo e sul come non vorremmo essere più.

Tutti i libri di Filippo Ceccarelli


Ultimi prodotti visti