€ 30.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come

Ne hai uno usato?
Vendilo!
Gabriele Malaspina, marchese di Fosdinovo. Condotte, politica e diplomazia nella Lunigiana del Rinascimento

Gabriele Malaspina, marchese di Fosdinovo. Condotte, politica e diplomazia nella Lunigiana del Rinascimento

di Patrizia Meli


Prodotto momentaneamente non disponibile

Descrizione del libro

Al centro di questo volume è uno degli attori principali nel processo di riunificazione della Lunigiana regione allora suddivisa in tante piccole signorie, quasi tutte nelle mani dei vari rami della famiglia Malaspina che avvenne nel XV secolo, quando Milano e Firenze vi conquistarono diversi territori e si spartirono l'egemonia sui restanti territori autonomi, mentre anche Genova si mostrò interessata all'espansione in quella zona. Per i signori locali divenne quindi fondamentale riuscire a destreggiarsi fra le varie forze in gioco per mantenere l'indipendenza del proprio piccolo stato, e fra i personaggi che più risaltano per questa loro abilità e per il ruolo giocato nella storia locale spicca Gabriele Malaspina. Il libro inizia mostrando la situazione della Lunigiana al momento in cui il Malaspina ottenne la propria indipendenza politica, per poi analizzare il periodo in cui la politica marchionale si caratterizzò per la sua assoluta fedeltà all'amicizia fiorentina, e quindi la parte finale della vita del marchese, in cui si assiste a un progressivo allontanamento dall'alleanza fiorentina in favore di altri soggetti, ma in cui riuscì sempre a mantenere la sua indipendenza.
Al centro di questo volume è uno degli attori principali nel processo di riunificazione della Lunigiana - regione allora suddivisa in tante piccole signorie, quasi tutte nelle mani dei vari rami della famiglia Malaspina - che avvenne nel XV secolo, quando Milano e Firenze vi conquistarono diversi territori e si spartirono l'egemonia sui restanti territori autonomi, mentre anche Genova si mostrò interessata all'espansione in quella zona. Per i signori locali divenne quindi fondamentale riuscire a destreggiarsi fra le varie forze in gioco per mantenere l'indipendenza del proprio piccolo stato, e fra i personaggi che più risaltano per questa loro abilità e per il ruolo giocato nella storia locale spicca Gabriele Malaspina. Il libro inizia mostrando la situazione della Lunigiana al momento in cui il Malaspina ottenne la propria indipendenza politica, per poi analizzare il periodo in cui la politica marchionale si caratterizzò per la sua assoluta fedeltà all'amicizia fiorentina, e quindi la parte finale della vita del marchese, in cui si assiste a un progressivo allontanamento dall'alleanza fiorentina in favore di altri soggetti, ma in cui riuscì sempre a mantenere la sua indipendenza.