€ 12.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Disponibile in altre edizioni:

La fine della strada
La fine della strada(2020 - brossura)
€ 16.15 € 17.00
Disponibile in 8/9 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
La fine della strada

La fine della strada

di John Barth


  • Editore: Minimum Fax
  • Collana: Minimum classics
  • Traduttore: Buzzi A.
  • Data di Pubblicazione: marzo 2004
  • EAN: 9788875210014
  • ISBN: 8875210012
  • Pagine: 273
  • Formato: brossura
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Trama del libro

Insieme all'"Opera Galleggiante", questo romanzo forma, già nelle intenzioni dell'autore, un dittico quasi inscindibile. Una situazione quanto mai tipica un triangolo amoroso sullo sfondo di un'università della East Coast - diventa un romanzo filosofico che alterna comicità e disperato nichilismo, satira e tragedia. Al centro, uno dei più irresistibili antieroi della letteratura postmoderna: Jacob Horner, il giovane professore adultero che fa della paralisi esistenziale un paradossale sistema di vita.

I libri più venduti di John Barth

Tutti i libri di John Barth

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 2 recensioni)

3La fine della strada, 28-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Rispetto ai suoi ultimi, pessimi, lavori, qui l'autore inglese sembra particolarmente ispirato. Un tipico triangolo amoroso sullo sfondo di una cittadina universitaria della East Coast americana è il protagonista del mio primo incontro con John Barth. Un lui, Mister Morgan, inflessibile e autoritario, una lei, Miss Morgan, sciatta e (apparentemente) legata al marito come lo è una striscia di scotch a un pezzetto di carta, e infine lui, il terzo incomodo: Jacob Horner, l'antieore più antieroe, fastidioso, irritante, disfattista, che io abbia mai incontrato nelle mie letture. Un ignavo, che fatica a prendere una scelta, che si nasconde dietro al nulla, che non ha mai un'opione su nulla, che non sa mai cosa fare. All'inizio del libro Jacob Horner viene rinvenuto da uno psicologo (che finirà per diventare il suo alter-ego grottesco) in un parco, inspiegabilmente incapace di muoversi: una paralisi fisica che è specchio di una paralisi esistenziale, di un blocco emotivo e di un'assenza caratteriale. Il romanzo è principalmente la storia dell'infiltrazione di Jacob nella coppia Morgan, con un tragico epilogo che ci ricorderà, per il tema trattato, lo spendido Revolutionary Road di Richard Yates. Solo che, per i miei gusti, qui siamo lontanissimi dal capolavoro di Yates: lo spunto per una vicenda interessante (e più che mai realistica) c'è ma per quasi tutto il libro i personaggi sembrano perdersi in pomposi dialoghi retorici e pesanti speculazioni vicine al filosofico che stridono un po' con la semplicità e il realismo della storia raccontata... E che alla fine rendono il romanzo poco leggibile. Peccato. Comunque più che sufficente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4postmodern, 31-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Jacob Horner, protagonista di questo romanzo, nonchè io-narrante, presenta tutti i cliché dell'antieroe postmoderno: le aporie e le asperità caratteriali lo fanno apparire da subito un personaggio disfunzionale, dedito alla fornicazione e alla dissimulazione, ma anche schiavo delle sue stesse indecisioni. L'incontro con Joe, suo alter-ego letterario, immerso in un panorama emotivo totalmente differente e la relazione adulterina con la moglie di quest'ultimo sono soltanto l'inizio di un percorso che porterà i personaggi ad assumere decisioni che avranno come extrema ratio un impatto tragico sulla sfera personale di ciascuno.

Ritieni utile questa recensione? SI NO

Prodotti correlati

Gli altri utenti hanno acquistato anche...