€ 24.44€ 26.00
    Risparmi: € 1.56 (6%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Quantità:
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Film/genere

Film/genere

di Rick Altman


Posizione 28° in Studi teorici e critici
Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Che cos'è un genere cinematografico? Come far dialogare una tradizione, che è insieme di contenuto, produttiva e teorica, con le tensioni e i problemi che il cinema contemporaneo mette in campo a proposito della nozione di genere? Qual è la differenza tra il 'genere' di La grande rapina al treno e quello di Guerre stellari, tra Il cappello a cilindro e Cocktail? Il testo di Rick Altman si pone come punto di riferimento imprescindibile per il dibattito sui generi cinematografici, rispondendo a queste domande con l'obiettivo di riorientare le riflessioni sulla produzione e la ricezione dei nuovi generi e di stabilire una continuità con le codificazioni del cinema classico. Il punto di partenza è la messa in discussione della nozione stessa di genere, dapprima con una ricognizione storica che muove da Aristotele fino a Wittgenstein, in secondo luogo ripensando e distaccandosi dalle più recenti teorie sui generi cinematografici. L'aspetto più innovativo di tale posizione consiste nella scelta di rinunciare a costruire un 'sistema' tassonomico dei generi cinematografici esaminando i luoghi e i soggetti (molteplici ed eterogenei) della loro reale definizione. I generi, infatti, vengono elaborati, agiscono e si sedimentano nelle conoscenze culturali di un particolare gruppo sociale. Proprio l'indagine di questa comunità conduce Altman a evidenziare i differenti ambiti e i processi all'interno dei quali il concetto di genere prende forma e si modifica: attraverso le pratiche delle istituzioni produttive; nell'ampio e variegato campo dei paratesti cinematografici; negli orizzonti di attese e nei relativi meccanismi interpretativi degli spettatori o nella costituzione di comunità trasversali da parte degli spettatori stessi. Fino a descrivere, con attenzione e immediata chiarezza, la stretta connessione tra produzione cinematografica, pubblico e critica, illustrata grazie allo studio delle dinamiche e dei discorsi sociali che si intersecano intorno a celebri casi cinematografici.

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Film/genere e condividi la tua opinione con altri utenti.


Voto medio del prodotto:  3 (3 di 5 su 2 recensioni)

3Saggio pesantuccio, 26-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
L'ho acquistato per l'univeristà e devo dire che come libro è ben sciritto ma molto, molto pesante perchè è un saggio e quindi spiega di tutto e di più sui generi cinematografici ma non riesce a colpire il lettore che alla fin fine si stufa e non lo legge più.
Quindi compratelo solo esclusivamente se vi serve per scuola.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Film/genere (Altman), 10-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Per Altman il genere cinematografico sussiste quando alcuni film condividono elementi sintattici e semantici e diventa ancora più reale quando gli spettatori si scoprono accomunati da un "piacere di genere". La generificazione, la serializzazione, la successiva generificazione e poi ancora la serializzazione si presentano come il gioco del genere al quale case di produzione, critica e pubblico partecipano. La novità nelle teorie di Altman riguarda il ruolo del pubblico in contrasto con le rigide categorie tassonomiche della traduzione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti