€ 13.30€ 14.00
    Risparmi: € 0.70 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 4/5 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Emilio Ghione. L'ultimo apache. Vita e film di un divo italiano

Emilio Ghione. L'ultimo apache. Vita e film di un divo italiano

di Denis Lotti


  • Editore: Cineteca di Bologna
  • Data di Pubblicazione: giugno 2008
  • EAN: 9788895862064
  • ISBN: 8895862066
  • Pagine: 206
  • Formato: brossura
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

Uno studio approfondito e organico intorno alla figura di Emilio Ghione, che grazie a un sistematico lavoro di esplorazione in archivi italiani e stranieri, non punta solo a ricostruirne la filmografia e la biografia attoriale e registica, ma gli restituisce in pieno il ruolo cruciale di punto di confluenza e irradiazione di molte tensioni e spinte del cinema muto italiano. Emilio Ghione, cineasta e divo, è l'eroe notturno del primo cinema italiano. Za-la-Mort è il suo personaggio emblema, incarnazione del mito popolare dell'apache: "buono" e "malvagio", abitante ambiguo e irredimibile dei bassifondi urbani. Una figura e un nome che, dagli anni Dieci del secolo scorso, hanno percorso tra oblio e carsiche riapparizioni la cultura e l'immaginario del nostro paese. Non solo viene qui ricostruito l'albero genealogico da cui nasce la figura di Za-la-Mort, ma anche tutto il tessuto di relazioni letterarie, teatrali, sociali e culturali europee, l'humus, da cui il principale personaggio di Ghione prende vita e si sviluppa.

Tutti i libri di Denis Lotti

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 1 recensione)

4Un affascinante saggio , 08-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
In Italia si tende a sconoscere i grandi divi del proprio cinema, specialmente se appartenenti a epoche che sembrano sin troppo lontane. Eppure, vi sarebbero numerose figure da conoscere e ammirare. Emilio Ghione è stato uno dei primi divi del cinema italiano, sebbene la sua persona sia conosciuta solamente dai cinefili o dagli esperti del settore. Il bel libro di Denis Lotti può allora essere un piacevole mezzo per avvicinarsi a un mondo sconosciuto ai più, qual è il cinema italiano degli anni 10. Il saggio è scritto in maniera scorrevole, con una grande documentazione fotografica, che affascinerà sicuramente il lettore, anche quello "non addetto ai lavori".
Ritieni utile questa recensione? SI NO