€ 9.49
EPUB non protetto
Mobipocket non protetto
Download immediato
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Specchio napoletano. E-book

Specchio napoletano. E-book

di Antonio Scoppettuolo


Download immediato
  • Editore: Lastaria Edizioni
  • Data di Pubblicazione: agosto 2018
  • Pagine: 122
  • Dimensione: 4.02 MB
  • Formato: EPUB
  • Protezione: Non Protetto
  • Dettagli Protezione: Nessuno
  • EAN: 9788899706449

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Le voci nascoste di Napoli in una sinfonia dissonante e magnetica.
“Se è vero, come disse una volta Moravia, che la vita di ciascun essere umano è un romanzo che aspetta solo uno scrittore che sappia raccontarla, la vita dei napoletani costituisce un poema, una commedia umana i cui caratteri universali possono parlare al mondo intero. Da questo libro emerge l’affresco potente di una città dalla storia irriducibile, che non si arrende a un destino ineluttabile”. 
Franco di Mare

“Noi pensiamo di conoscere il mondo ma quello vero si nasconde sempre, sta dietro portoni e serrande; è là che si consuma la vita che non ha bisogno di vestirsi a festa per presentarsi”.
Antonio Scoppettuolo

Specchio napoletano. Storie di amore e addii svela il volto più intimo di Napoli. Città unica al mondo, che l’autore ritrae come un corpo vitale e al tempo stesso dolente. 
In queste pagine, Napoli non è la città che vive fuori dagli edifici e nei vicoli, come certa retorica ha scolpito in decenni di luoghi comuni. 
Napoli abita soprattutto al di qua dei muri delle case, nei drammi e nell’esistenza nascosta delle famiglie. In strada si recita e si fanno grandi sorrisi, in casa si vive e spesso si piange come in ogni altro posto del mondo in tensione con la vita.
Impreziosito dalle riflessioni del professor Fulvio Tessitore e di Luca De Filippo, questo libro propone la città soprattutto come luogo intimo dove le parole sussurrate dicono molto più di quelle gridate o cantate. 
Nelle case ritratte dalla penna discreta dell’autore si muovono personaggi colti e raffinati, altre volte sprovveduti. 
C’è l’eco di epoche andate e il timbro del presente. Le stanze sono luoghi di preghiera ma anche di dissolutezza del pensiero e della carne. Sono quelle che conosciamo o forse nelle quali abbiamo vissuto senza capire dove ci trovavamo.  

Antonio Scoppettuolo, nato nel 1980, è un giornalista della Rai. Dottore di ricerca in Scienze Filosofiche, ha pubblicato diversi saggi di filosofia ed etica.


Ultimi prodotti visti