€ 7.99
EPUB protetto da Watermark
PDF protetto da Watermark
Download immediato
Una principessa in fuga. E-book

Una principessa in fuga. E-book

di Elizabeth von Arnim


Download immediato
  • Editore: Fazi Editore
  • Data di Pubblicazione: novembre 2018
  • Pagine: 288
  • Dimensione: 1.65 MB
  • Formato: PDF
  • Protezione: Watermark
  • Dettagli Protezione: Nessuno
  • Versione Stampata: Una principessa in fuga
  • EAN: 9788893254977
18AppCarta docenteQuesto articolo è acquistabile
con il Bonus 18app o la Carta del docente
Priscilla ha ventun anni e vive in un granducato mitteleuropeo ai confini con l’Italia. A differenza delle sorelle, non si è ancora sposata: lei è una sognatrice, una poetessa che non scrive poesie, e il suo unico desiderio è evadere da una vita di agi prevedibile e soffocante. Architetta così la fuga verso l’Inghilterra insieme al bibliotecario e precettore Fritzing, la persona che le ha insegnato ad amare la libertà e la poesia inglese. Sul traghetto per Dover cominciano le ansie di Fritzing, e i due, che si spacciano per zio e nipote, iniziano a raccontare versioni diverse della storia che hanno immaginato, inanellando una serie di errori che culmina con l’arrivo a Symford, quando incontrano le due autorità del villaggio, Lady Shuttleworth e il curato Mr Morrison, i cui rispettivi figli, Augustus e Robin, come prevedibile, si invaghiscono della ragazza. Priscilla vuole comprare un cottage e dedicarsi alla filantropia, ma la sua completa ignoranza delle convenzioni sociali finisce per causare scompiglio ed equivoci a non finire. Da un lato il sospetto da parte della moglie del parroco e di suo figlio, dall’altro l’adorazione che le tributa il figlio di Lady Shuttleworth, fanno precipitare la situazione… Elizabeth von Arnim non delude mai: il ritmo, l’ironia e l’intelligenza che ormai ben conosciamo rendono queste pagine davvero incantevoli.

«Ogni volta che esce un libro di Elizabeth von Arnim corro a comprarlo».
Natalia Aspesi, «Elle»


«Un uomo non sarebbe mai stato capace di intrecci cosiì complessi su elementi così frivoli. Squisitamente femminile, una delle piuù belle teste della sua generazione».
Irene Bignardi, «Robinson – la Repubblica»


«Elizabeth possiede al cento per cento quella peculiare caratteristica di tante autrici britanniche: un romanticismo spinto ma non sentimentale, un ardore emotivo che si avvolge ben bene in un cinismo pungente ma affettuoso. Sono autrici in bilico tra il sorriso e la stilettata. Come Elizabeth Jane Howard con i suoi Cazalet».
Stefania Bertola, «TTL – La Stampa»


Ultimi prodotti visti