€ 12.35€ 13.00
    Risparmi: € 0.65 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come

Diario degli errori

di Ennio Flaiano

18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Trama del libro

Disteso lungo l'arco di un ventennio (dal 1950 ai primi anni Settanta) e costruito avendo negli occhi i luoghi e i volti di tanti viaggi, il "Diario" brulica di pensieri che sperimentano tutte le forme possibili del rapporto tra la mente e la realtà. Vi troviamo velenosi "calembour" concentrati come saggi, aforismi e massime perforanti e definitivi, microritratti di taglio, apologhi surreali e corrosivi, sequenze in zapping, tra incanto e sarcasmo. L'irrefrenabile tendenza all'autodistruzione della specie umana pervade "Diario degli errori" come un malinconico Leitmotiv: ma la crudele esattezza della tassonomia è in Flaiano venata dalla "pietas" del moralista disilluso.

I libri più venduti di Ennio Flaiano

Vedi tutti

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 2 recensioni)

4Diario degli errori, 08-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Idee sparse del grande intellettuale anticonvenzionale italiano: alcuni lapidari, spesso ironici, perché l'assenza d'ironia è alla base del tranquillante narrativo, eppure intrisi di pessimismo (o realismo!). Scritti dal '50 al '70, appaiono, in modo sorprendente e per tanti aspetti, attuali. La lettura li insegue e, arrivati alla fine, nasce il desiderio di rileggerli, di tornare a riflettere, di riscoprirli con gusto rinnovato, sorprendendosi ancora a quei primi pensieri, dal 37, che con la loro inaspettata malinconia completano la figura di Flaiano: non solo dunque un disilluso, sarcastico e pungente, ma soprattutto un uomo di notevole, seppur celata, sensibilità. Qualità indispensabile, insieme all'intelligenza, per poter riconoscere e descrivere, in modo così arguto e graffiante, ogni aspetto della società e dei comportamenti umani.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Diario degli errori, 24-09-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Pensieri, note, descrizioni di personaggi e di luoghi, ricordi, idee…: alcuni lapidari, spesso ironici, perché l’assenza d’ironia è alla base del tranquillante narrativo, eppure intrisi di pessimismo (o realismo?!). Scritti dal ’50 al ’70, appaiono, in modo sorprendente e per tanti aspetti, attuali. La lettura li insegue e, arrivati alla fine, nasce il desiderio di rileggerli, di tornare a riflettere, di riscoprirli con gusto rinnovato, sorprendendosi ancora a quei primi pensieri, che con la loro inaspettata malinconia completano la figura di Flaiano: non solo dunque un disilluso, sarcastico e pungente, ma soprattutto un uomo di notevole, seppur celata, sensibilità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO