€ 18.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come

Ne hai uno usato?
Vendilo!
Curarsi lontano da casa. Mobilità sanitaria e ricettività. Esperienze di case accoglienza e proposte di interior design

Curarsi lontano da casa. Mobilità sanitaria e ricettività. Esperienze di case accoglienza e proposte di interior design

di F. Scullica, G. Del Zanna, R. Co (a cura di)


  • Editore: Franco Angeli
  • Collana: Scienze e salute
  • A cura di: F. Scullica, G. Del Zanna, R. Co
  • Data di Pubblicazione: luglio 2015
  • EAN: 9788891714923
  • ISBN: 8891714925
  • Pagine: 140

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Nello scenario globale molte persone richiedono interventi di diagnostica, cura e riabilitazione in luoghi lontano dalla residenza abituale. Il fenomeno della mobilità sanitaria porta con sé una forte domanda di "residenzialità" per le persone in cura, per i familiari e accompagnatori in genere. Il tema è oggetto di analisi in questo testo, inteso anche come sintesi di un più articolato percorso di studio e ricerca che si concentra sul tema dell'accoglienza e della residenzialità temporanea per la mobilità sanitaria a Milano. Milano è infatti centro di eccellenza per la cura e la ricerca in diverse specialità: la presenza di poli medico-scientifici di altissimo livello attira dunque un numero sempre maggiore di persone. La prima parte del testo descrive questo scenario con contributi di esperti e attori significativi del mondo medico scientifico, sanitario-assistenziale, della ricerca in ambito progettuale e del design degli interni e delle associazioni. Nella seconda parte si analizza il tema dal punto di vista progettuale, con riferimento all'ambito della Case Accoglienza. Si analizzano le diverse attività svolte negli spazi interni in connessione con le specifiche caratteristiche dell'utenza. L'analisi degli "spazi-funzioni" conduce poi a una parte conclusiva metaprogettuale, evidenziando come l'interior design possa offrire un contributo di "qualità" nella definizione delle case contemporanee future.