€ 10.50
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Disponibile in altre edizioni:

La coscienza di Zeno
La coscienza di Zeno(2016 - brossura)
€ 11.00 € 9.35
Disponibilità immediata
La coscienza di Zeno
La coscienza di Zeno(2014 - brossura)
€ 6.00 € 5.64
Disponibilità immediata solo 1pz.
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
La coscienza di Zeno

La coscienza di Zeno

di Italo Svevo


Prodotto momentaneamente non disponibile
La storia di Zeno Cosini, inetto a vivere: una specie di marionetta tirata da fili che quanto più egli indaga, gli sfuggono. Una coscienza inutile a mutare un destino che sembra ineluttabile. E' il capolavoro di Svevo, la prima storia italiana dove entra prepotentemente in scena la psicanalisi come coprotagonista; forse il più grande romanzo del Novecento italiano e uno dei maggiori della letteratura europea di questo secolo.

Prodotti correlati:

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 34 recensioni)

5.0Ottimo, 01-03-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Ottimo acquisto, libro corrispondente alle mie aspettative! Spedizione veloce, libro molto "thought-provoking". Scritto forse in modo un po' noioso a lungo andare, nonostante ciò il corpus è davvero illuminante!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Attenzione: punge, 21-02-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Un tavolo di marmo è solido ma freddo. Svevo trasmette la stesse sensazioni. Affilato, scabro, a tratti deprimente nelle sue verità. L'edizione è robusta ma ovviamente non di lusso!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La coscienza di Zeno, 29-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
In questo libro i malati vengono rappresentati come coloro che non si rassegnano alle convenzioni della borghesia. I sani invece sono quelli inconsapevoli del male presente nella vita, infatti la malattia viene identificata con la vita stessa dell'uomo. Non esiste alcuna terapia che la può curare.
La psicanalisi è vista come un modo per conoscere la realtà umana.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un classico, 20-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Non credo esista persona che non abbai mai letto l'episodio del fumo: un classico della letteratura italiana. E se ancora dovesse esserci qualcuno che non ha riso delle stramberie di Zeno Cosini consiglio di mettersi in pari immediatamente e di gustarsi quello e altri capitoli di questo celebre libro. Verso la fine diventa un po' noiosetto, ma rimane comunque molto divertente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La coscienza di Zeno, 03-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Romanzo impostato come una confessione (ad uno psicologo) da parte di Zeno, individuo -secondo lui- "malato" e sostanzialmente inetto. Interessante è la conclusione a cui giunge Zeno, secondo cui la condizione di "inettitudine" è più aperta rispetto all'esser "sani", ribaltando il rapporto tra malattia sanità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0D leggere e rileggere, 03-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Niente di romantico, tutt'altro. La bassezza umana nuda e cruda, il cinismo, l'egoismo ma anche la riflessione, l'intelligenza. Un uomo... Solo un uomo... Niente fronzoli... Nessuna scusante, solo un uomo... Con le proprie debolezze, inganni, scelte di interesse, incostanze, cadute di stile... L'anti eroe
Non A volte c'è proprio bisogno di vera realtà... Affascinate nelle sue sfumature e nei suoi meccanismi intrinseci. Da legge e rileggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il mio libro di letteratura preferito, 28-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro che ho letto al liceo, e che tutti dovrebbero leggere nella vita. L'ho divorato in nemmeno 3 giorni. Inizialmente ero riluttante, in quanto mi aspettavo un romanzo di inizio 900 un po' noioso o per lo meno lento. Invece, pagina dopo pagina, rimanevo sempre più colpito ed ero sempre più preso dalla storia di Zeno e dai suoi pensieri. Attraverso la tecnica del flusso di coscienza, Svevo riesce a farci conoscere i pensieri più intimi del suo personaggio, che è estremamente simile a tutti noi, anche a un secolo di distanza; proprio questa è la cosa che mi ha sorpreso. Raramente ho sentito così vicino al mio modo di pensare uno scritto così lontano nel tempo. Da leggere!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Magnifico, 28-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Itaslo Svevo è fantastico nel dipingere l'odioso e intelligentissimo Zeno, in cui convivono le tante anime di un uomo, anime che sono anche tutte nostre. Costituisce una vera pietra miliare nella storia della letteratura italiana, ed in particolare in quella del Novecento. Grandioso, un libro imperdibile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La coscienza di Zeno, 13-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
"La coscienza di Zeno" è un romanzo caratterizzato da uno stile narrativo prosastico che adatta allo scritto le caratteristiche del parlato. Lo studioso Testa osserva che in un libro che punta sul parlato-scritto, i dialoghi hanno un ruolo di grande evidenza, ma nella Coscienza non ci sono grandi passi dialogati per una scelta strutturale del testo, dove le voci degli altri vengono inglobate nel tessuto narrativo. Inoltre, dove appare il dialogato (come ad esempio nel capitolo del Fumo), i personaggi parlano come Zeno. Le parole degli altri, ovvero il dialogato, nella grande narrativa otto-novecentesca hanno una funzione di caratterizzazione mimetica e quindi mettono a fuoco delle caratteristiche fisionomiche specifiche di ogni personaggio. Ciò non vale, però, per La coscienza di Zeno, confermando il soggettivismo assoluto del narratore Zeno, che è la voce predominante. Così, le parole degli altri assumono una rilevanza non di mimesi caratterizzante, bensì di funzione straniante: ovvero un'apertura di varco da un punto di vista diverso del narratore. Il dialogato acquista, così, significato ideologico. Geniale!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un capolavoro, 05-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Meraviglioso libro, davvero un grande capolavoro della letteratura italiana e mondiale; la storia di un uomo che si confronta col male di vivere raccontando le peripezie della sua esistenza ad uno psicanalista, facendo della sua vita il ritratto della nostra. Divertente e amaro, con uno dei finali più sconvolgenti che si possa leggere. Imperdibile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un capolavoro del 900 italiano, 03-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Zeno, il protagonista del romanzo, è l'inetto, colui che vive senza mai emergere in nulla, passa da una facoltà universitaria all'altra senza mai concluderne una, ha il vizio del fumo e tenta invano di liberarsene escogitando stratagemmi paradossali che ormai lui stesso abbrevia con us (ultima sigaretta) , sono tutti vani i suoi tentativi di emergere da una società che vive come una condanna, la sua malattia è la nevrosi ma non ha fiducia nenache nella terapia di psicanalisi che ha intrapreso da tempo tanto che l'inizio del romanzo è un falso memoriale del suo psicanalista che Zeno stesso scrive per dichiararsi guarito e pertanto considerare concluso il suo ciclo di sedute, la coscienza di Zeno è una falsa coscienza dove Italo Svevo interviene con la propria quasi a voler dialogare con il suo personaggio tentando a volte di smontare i suoi alibi e portare alla luce le menzogne. I capitoli del libro narrano gli aspetti più importanti della vita di Zeno, il suo rapporto con il padre, il suo matrimonio, il lavoro il tradimento episodi che ci conducono alla fine del romanzo sorprendente e ammaliante apocalittica e intuitiva: "l'uomo tornerà finalmente ad essere libero solo quando la terra ritornerà alla forma di nebulosa e errerà nei cieli priva di parassiti e malattie. "
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La coscienza di Zeno, 20-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ottima edizione del romanzo sveviano per eccellenza: il saggio introduttivo di Mario Lavagetto andrebbe letto dopo la lettura del romanzo perché, seppur tutti noi conosciamo le bugie del narratore Zeno, la magia del libro sta nel dubitare sulle sue menzogne. Capolavoro del romanzo sperimentale, scritto "male" e con un finale profetico.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su La coscienza di Zeno (34)