€ 32.50
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come

Ne hai uno usato?
Vendilo!
Il corpo in gioco. La sfida di un sapere interdisciplinare

Il corpo in gioco. La sfida di un sapere interdisciplinare

di F. D'Andrea (a cura di)


  • Editore: Franco Angeli
  • Collana: Sociologia
  • A cura di: F. D'Andrea
  • Data di Pubblicazione: novembre 2008
  • EAN: 9788856802078
  • ISBN: 8856802074
  • Pagine: 272
Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

In un'epoca ammaliata dall'immateriale, dove il primato indiscusso della vista tra i sensi rende sempre più complesso il problema dell'apparire, il corpo è l'ultimo memento della fisicità e limitatezza dell'essere umano. Nella complessità abissale della sua esistenza le fiabe dell'eterna giovinezza e della sconfitta del Tempo si rivelano per quello che sono. Sensazione continua che accompagna la nostra vita, ricca di una miriade di sfumature cui si presta poca o nessuna attenzione, il corpo è anche l'arresto dell'emozione, la sfrenatezza del gioco, il benessere di un giusto vivere lo spazio. È un sapere che non ha bisogno di parole. Questo libro si confronta con temi di solito trascurati o interpretati in chiave di dominio, rigenerando la carica sovversiva che ne ha decretato la progressiva emarginazione o il travisamento sottile. Tenta di restituirne lo spessore sostanziale e qualitativo e mostra come esso cortocircuiti l'approccio oggi prevalente. Dalla sociologia alla psicologia, dalla pedagogia alla farmacologia, i prismi descrittivi rivelano versanti frastagliati della contemporaneità: le difficoltà dell'intimità, il fascino di Second Life, il crescente ricorso alla medicina e le strategie di decorazione e individualizzazione del sé, parlandone attraverso il dialogo tra autori provenienti da discipline diverse e impegnati nell'esplorazione dei territori che si aprono alla riflessione quando il pensiero riesce a liberarsi dalle convenzioni e dagli ingombri ideologici.