€ 11.40€ 12.00
    Risparmi: € 0.60 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 2/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come

Il confine umano. Vite in cerca di pace

di Patrizia Angelozzi

  • Editore: Ianieri
  • Collana: Saggistica
  • Data di Pubblicazione: 2016
  • EAN: 9788888302645
  • ISBN: 8888302646
  • Pagine: 108
  • Formato: brossura
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

Storie vere di sette rifugiati richiedenti protezione internazionale, arrivati in Italia nei Centri di accoglienza dall'Afghanistan, Iraq, Somalia, Palestina, Siria e Pakistan. Sette storie, sette frammenti di vita, sette confini ma, in fondo, un solo confine, quello umano. Nel libro è possibile riscoprire temi semplici, naturali che a volte sembrano non far più parte del nostro senso: Il profumo, L'attesa, Imparare, Il futuro, In cerca di pace, Senza possibilità, A casa. Storie, queste, che fanno annusare motivi e sensazioni rinchiusi in quel limbo, chiamato Centro di accoglienza.

Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 1 recensione)

5Da leggere e sottolineare, 12-05-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Lasciarsi alle spalle, bombardamenti, fame, povertà, sporcizia, brutture nelle quali ci sono le persone che ami, non è facile. Punto. Leggendo le pagine preziose di "Confine umano", ci si accorge che i confini in realtà, quelli che si varcano o si vorrebbero varcare, sono quasi, come dire, i soliti recinti, che sono inutili a tutti: alla politica, al commercio, alle religioni, alle esistenze, all'essere umano. Riflettevo su come possiamo annullarli e tornare a ciò che la natura con le mani di Dio ha creato. Non vedo confini. Vedo meravigliosi colori di fiori, mari, monti e uomini. Una poesia africana che amo tanto recitava al suo incipit: "perché il mondo ha tanti recinti?"e ho pensato molto a quella poesia, leggendo "Il confine umano". Ho percepito la fatica, il dolore, la speranza, l'essere accolti, la nostalgia terribile di casa e la fatica di sentirsi di nuovo a casa con il suo profumo e con altri affetti nuovi, che non sostituiscono quelli lasciati ma vi si aggiungono, come se quella casa lasciata si estendesse nell'altra.
Ritieni utile questa recensione? SI NO