€ 10.20€ 12.00
    Risparmi: € 1.80 (15%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Il confine umano. Vite in cerca di pace

Il confine umano. Vite in cerca di pace

di Patrizia Angelozzi


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Ianieri
  • Collana: Saggistica
  • Data di Pubblicazione: 2016
  • EAN: 9788888302645
  • ISBN: 8888302646
  • Pagine: 108
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Storie vere di sette rifugiati richiedenti protezione internazionale, arrivati in Italia nei Centri di accoglienza dall'Afghanistan, Iraq, Somalia, Palestina, Siria e Pakistan. Sette storie, sette frammenti di vita, sette confini ma, in fondo, un solo confine, quello umano. Nel libro è possibile riscoprire temi semplici, naturali che a volte sembrano non far più parte del nostro senso: Il profumo, L'attesa, Imparare, Il futuro, In cerca di pace, Senza possibilità, A casa. Storie, queste, che fanno annusare motivi e sensazioni rinchiusi in quel limbo, chiamato Centro di accoglienza.

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Il confine umano. Vite in cerca di pace acquistano anche Verso la fine del silenzio. Recenti sviluppi in tema di violenza maschile contro le donne, diritti umani e prassi operative di Paola Degani € 19.20
Il confine umano. Vite in cerca di pace
aggiungi
Verso la fine del silenzio. Recenti sviluppi in tema di violenza maschile contro le donne, diritti umani e prassi operative
aggiungi
€ 29.40

Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 1 recensione)

5Da leggere e sottolineare, 12-05-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Lasciarsi alle spalle, bombardamenti, fame, povertà, sporcizia, brutture nelle quali ci sono le persone che ami, non è facile. Punto. Leggendo le pagine preziose di "Confine umano", ci si accorge che i confini in realtà, quelli che si varcano o si vorrebbero varcare, sono quasi, come dire, i soliti recinti, che sono inutili a tutti: alla politica, al commercio, alle religioni, alle esistenze, all'essere umano. Riflettevo su come possiamo annullarli e tornare a ciò che la natura con le mani di Dio ha creato. Non vedo confini. Vedo meravigliosi colori di fiori, mari, monti e uomini. Una poesia africana che amo tanto recitava al suo incipit: "perché il mondo ha tanti recinti?"e ho pensato molto a quella poesia, leggendo "Il confine umano". Ho percepito la fatica, il dolore, la speranza, l'essere accolti, la nostalgia terribile di casa e la fatica di sentirsi di nuovo a casa con il suo profumo e con altri affetti nuovi, che non sostituiscono quelli lasciati ma vi si aggiungono, come se quella casa lasciata si estendesse nell'altra.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Gli altri utenti hanno acquistato anche...

Ultimi prodotti visti