€ 17.05€ 17.95
    Risparmi: € 0.90 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 2/3 giorni lavorativi

Ne hai uno usato?
Vendilo!
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Le complicazioni neurologiche in oncologia

Le complicazioni neurologiche in oncologia

di A. Caraceni, A. Sghirlanzoni, F. Simonetti (a cura di)


  • Editore: Springer Verlag
  • A cura di: A. Caraceni, A. Sghirlanzoni, F. Simonetti
  • Data di Pubblicazione: 2000
  • EAN: 9788847004399
  • ISBN: 884700439X
  • Pagine: 204
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

Anche se gli ultimi anni hanno visto uno sviluppo tumultuoso della ricerca oncologica, i tumori restano la causa di morte del 30% degli italiani. Gli avanzamenti terapeutici facilitano la guarigione e prolungano la vita, ma proprio per questo rendono più evidenti gli effetti indesiderati delle terapie e complicazioni delle neoplasie prima meno frequenti; in molti casi il danno da trattamento, piuttosto che quello dovuto alla neoplasia primitiva, diventa il principale azzardo per la qualità della vita e la sopravvivenza dei pazienti. Questo volume, insieme necessario e nuovo nel panorama della letteratura medica italiana, ne prende atto e presenta una revisione aggiornata e completa delle patologie del sistema nervoso centrale e periferico associate ai tumori e al loro trattamento. Scopo del volume è di presentare un approccio integrato tra specialisti che deve vedere il neurologo e l’oncologo in dialogo, e in grado di sviluppare una nuova capacità clinica super-specialistica la neuro-oncologia . Molti sono gli esperti che hanno contribuito alla sua preparazione mettendo in comune conoscenze su temi che variano dalle complicazioni metastatiche, a quelle della terapia chirurgica dei tumori, della radio- e chemio-terapia, alle sindromi paraneoplastiche, alla terapia del dolore, al delirium e alle alterazioni affettive associate alla malattia. Il libro si rivolge in particolare a neurologi, oncologi, palliativisti e chirurghi, ma è certamente utile ai medici di medicina generale e a tutti gli operatori che sono quotidianamente coinvolti nell’impegnativa opera di prendersi cura dei pazienti oncologici.